Eros redento

18 gennaio 2012 16:07 49 comments

di Fabio Bartoli

12 gennaio 2012

Civitas propone l’intervento di Don Fabio Bartoli tratto dal blog di Costanza Miriano.

.

Ormai l’ho capito, in questo blog non si parla di sesso. Il che, consentitemelo, in un blog sul matrimonio è quantomeno bizzarro. Al massimo si parla ogni tanto del sesso che NON si fa, come quando abbiam parlato dell’omosessualità, ma nessuno mi sembra ha mai detto qui quanto sia bello, profondo, spirituale e perfino mistico il darsi e riceversi dell’uomo e della donna.

Forse perché come dice una mia amica “nessuno parla bene del matrimonio come i preti, che non si sposano, e questo induce un po’ al sospetto” o forse per pudicizia e vergogna, ma questo tendo a crederlo meno, visto che molti, moltissimi, qui han messo a nudo la loro anima in modo davvero imbarazzante e quindi tendo a credere che tanto timidi non siate.

Così, sebbene sia prete e non abbia dunque una vita sessuale attiva, mi decido a lanciarvi una piccola provocazione che Costanza è tanto gentile da ospitare.

Cominciamo dal linguaggio: io sono certo che nessuno di voi “fa” l’amore, perché come diceva il mio professore di Etica Sessuale all’università, l’amore non è una cosa che si fa, l’amore è qualcosa che si è. Lui per indicare il rapporto sessuale parlava di “darsi e riceversi” e l’espressione mi è sempre piaciuta tanto, perché implica il rovesciamento del sesso adolescente, quello che si fa soprattutto per prendere, in un gesto più maturo, dove il rapporto diventa essenzialmente un dono reciproco, un dono dove il piacere fisico è solo un elemento di una realtà più ampia in cui confluiscono comunione, tenerezza, condivisione, cura dell’altro…

Ma perché non parlarne? Perché limitare il nostro discorso su questo argomento ad una (pur necessaria) pars destruens? O non è forse vero che la Redenzione che abbiamo ricevuto si estende anche a questo aspetto della vita, tanto che in tutta serietà possiamo parlare di un Eros Redento?
Era questo (Eros Redento) il titolo di un preziosissimo pamphlet di J. Bastaire, un medico ortodosso che ebbe il coraggio di pubblicare trent’anni fa presso l’editrice Qiqajon questo delizioso manuale di erotica cristiana.

Prendo a prestito da lui alcuni concetti, così magari vi invoglio a leggere questo piccolo capolavoro (si fa in due ore, ma può cambiarvi la vita).

Prima idea: l’erotismo non è una manifestazione del corpo, ma dell’anima, è uno slancio dello spirito in cerca di pienezza, in cerca di completamento in un tu che gli corrisponda, attraverso una complementarietà che non può nascere altrove che nell’alterità, perché l’amore non conforma, l’amore unisce i diversi e distingue i simili, lungi dall’essere quindi uno strumento della concupiscenza il sesso è una manifestazione della grande marea che spinge la creatura verso il Creatore, che ci solleva verso Dio alla ricerca dell’Amore.
Lo spirito non è una derivazione della carne, al contrario, la carne è una fioritura dello spirito, o non è forse vero che in principio era il logos? Il sesso dunque procede dall’anima che lo esprime e non ne è una limitazione. L’egoismo lo è, ma il sesso a servizio dell’amore è esaltazione e non mortificazione dell’anima.

Seconda idea: la continenza non è un fine, ma un mezzo. Lo scopo della continenza è quello di educare la formidabile potenza della sessualità per metterla a servizio dell’amore. Non si tratta quindi di dichiarare osceni i comportamenti sessuali, riservando loro, visto che non se ne può fare del tutto a meno, una sorta di riserva nel matrimonio, quanto di educare le diverse forze che agiscono dentro di noi a lavorare insieme e non una contro l’altra. Imparare ad abbracciare senza voler tenere, a baciare senza voler risucchiare, a dare senza voler prendere, richiede un’ascesi, nel senso etimologico della parola, un’askesis, un allenamento. L’obiettivo della continenza quindi non è l’atto in sé, quanto la sua intenzione, si trattiene il corpo per educare l’anima. Quando però si sia giunti alla maturità allora baci abbracci e dono di sé devono fluire costantemente dal nostro corpo e senza paura, perché altrimenti avremmo fallito l’obiettivo fondamentale dell’esser coppia. Il peccato più grande è non donarsi, l’uomo che imprigiona il dono imprigiona se stesso. È di questo in realtà che parla tutto l’universo: dagli elettroni fino all’orgasmo tutto è dono e rifiutarne la logica non ci eleva, ma piuttosto ci umilia.

Terza idea: dall’unione dei corpi germoglia lo Spirito. Quando Paolo parla dell’unione dell’uomo e della donna come di un mistero grande e lo paragona all’unione di Cristo e della Chiesa (Ef. 5,32) getta le basi della teologia cristiana del Matrimonio ed usa un linguaggio inaudito e inaccettabile in un contesto ebraico, paragonando l’amore di Dio ad un amore erotico. Ma se ha ragione allora l’unione degli sposi genera la Chiesa. Gli sposi fanno molto di più per avvicinare il mondo a Dio nel loro darsi e riceversi che in qualsiasi altro gesto della loro vita sponsale. In questo modo quindi il rapporto sessuale diventa una preghiera oggettiva, che agisce, oserei dire, “ex opere operato” ed è la cosa più santa del mondo, dopo (e forse addirittura accanto) l’Eucaristia, perché come questa esprime un oggettivo ingresso di Dio nella storia. Ma c’è di più: se entrambi gli sposi sono Chiesa, nel loro darsi e riceversi si manifesta anche l’amore di Dio per loro. Questo significa che l’amore del mio sposo/a diventa il volto concreto, l’incarnazione dell’amore di Dio per me. Come mi diceva un mio amico anni fa, il giorno prima del matrimonio: “da domani Rossella diventerà il sorriso di Dio per me”, e questo accade in ogni gesto sponsale, ma prima di tutto ed innanzitutto nel “darsi e riceversi”.

Spero di non aver reso noioso perfino il sesso e soprattutto di avervi invogliato a leggere il piccolo capolavoro che vi ho presentato, ma mi sembrava che queste idee fossero troppo importanti per non condividerle.

Link all’articolo originale

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →