Viaggio tra le radici cristiane dell’Europa

8 maggio 2012 12:19 1 comment

LA FEDE TRA I GIOVANI

Intervista Cesare Zucconi, Comunità di Sant’Egidio, Membro del Comitato di orientamento di “Insieme per l’Europa”, la manifestazione organizzata a Bruxelles il 12 maggio e che vedrà coinvolte tante città del Continente

Di Fabio Mandato

Vatican Insider, 5 maggio 2012

Cos’è Insieme per l’Europa e chi vi partecipa?

“Insieme per l’Europa” è un libero convergere di nuove comunità e movimenti cristiani appartenenti a diverse confessioni, che mantenendo la loro autonomia, agiscono insieme per promuovere e sostenere il processo di unità europea. Lo fanno innanzitutto testimoniando essi stessi questa unità, attraverso una fraterna amicizia e il comune impegno evangelico nelle società europee e nel mondo. “Insieme per l’Europa” è un’espressione della società civile europea, cristiani, di diversi Paesi e diverse confessioni, che sentono l’unità europea come una necessità, una priorità del nostro tempo e intendono sostenerla con passione. La storica giornata di Pentecoste del 1998, voluta da Giovanni Paolo II, che ha visto numerosi movimenti cattolici raccogliersi in piazza S.Pietro con il papa, è stata anche una spinta ad una maggiore comunione e collaborazione tra movimenti cattolici, diversi per storia e carisma. Una giornata che Benedetto XVI ha voluto ripetere nella Pentecoste del 2006. Questa corrente di simpatia e questo spirito di collaborazione, su iniziativa in particolare di Chiara Lubich e Andrea Riccardi, si è allargata al mondo protestante tedesco, poi agli anglicani e agli ortodossi in diversi Paesi europei. E ora ci stiamo preparando al 12 maggio a Bruxelles, nella capitale delle istituzioni europee. La crisi economica che sta attraversando il nostro Continente e provocando molta sofferenza e paura ci interroga e ci coinvolge come europei e come cristiani. C’è bisogno di un messaggio forte, di un impegno forte e rinnovato. Solo insieme possiamo uscire da questa crisi, che è anche crisi politica, crisi di futuro e di visioni.

Perché la necessità di mettersi insieme per il Continente?

E’ vero: essere uniti, mettersi insieme è una necessità del nostro tempo, di un tempo non facile. Oggi in Europa c’è come paura del futuro, perché temiamo sia un tempo di crisi maggiore. Abbiamo paura del futuro, perché noi europei siamo invecchiati. Soprattutto temiamo il futuro perché mancano le visioni: Karol Wojtyla, in un verso dei grigi anni polacchi, diceva: «L`uomo soffre soprattutto per mancanza di visione». Mi sembra sia proprio questa la sofferenza europea, la mancanza di visione. Manca la visione perché si è bloccati nella paura. Cosa sarà il domani? Dobbiamo ritrovare la speranza e una visione del futuro. “Insieme per l’Europa” è una realtà, ma è anche una visione: donne e uomini europei uniti. La visione è un’Europa unita: cioè un modo europeo di essere tedeschi, francesi, italiani, spagnoli, austriaci, polacchi, romeni, britannici… Se le istituzioni sono rigide, se i processi ritardano, se i politici esitano, se l’un gruppo getta la responsabilità dei ritardi sugli altri, noi, cristiani europei, dobbiamo avere il coraggio di promuovere un comune sentimento europeo, capace di abitare cuori e menti.
Talvolta le Istituzioni europee sembra abbiano perso il senso delle radici cristiane del Continente. Perché accade questo?
Io credo che questo vada anche letto in una più generale crisi della memoria. Non c’è solo paura del futuro, ma c’è una crisi del passato. Non sappiamo da dove veniamo. Manca il senso della storia e del passato. Spesso non ci si proietta verso il futuro perché non si ha memoria. E’ da qui che può scaturire un sentimento di insieme, unitivo, che divenga per l’oggi e per il futuro una corrente vitale tra i nostri concittadini europei, cristiani e non cristiani, credenti o non credenti, il senso di una missione nel mondo.

Quali sono le emergenze dell’Europa attuale?

C’è la crisi economica con tutto il suo bagaglio di sofferenza, nella crescita dei disoccupati, nell’impoverimento di tanti e soprattutto di chi già aveva poco. A questo dedicheremo una parte della giornata di “Insieme per l’Europa” con alcune testimonianze. Ci sono sette “Sì” ai quali ci siamo impegnati come movimenti cristiani. Uno di essi è il “Sì” ad un’economia equa. Ma c’è anche il “Sì” alla solidarietà e alla responsabilità verso tutta la società, c’è il “Sì” alla famiglia, che è fondamento di una società solidale e aperta al futuro. Dalla crisi si può uscire solo insieme, non ognuno pensando a sé. Gli anziani sono una grande risorsa del nostro continente che viene spesso sprecata. C’è poi il discorso dei giovani in Europa, che è una vera e propria emergenza. Una generazione precaria che sembra non avere prospettive, alla quale vogliamo dare voce nella giornata di Bruxelles. Occorrono politiche ed interventi adeguati per ridare fiducia ai giovani.
Quanto ritiene che sia stata educativa la crisi, e quindi occasione di rifondazione dell’Europa su valori di maggiore equità?
Diceva Benedetto XVI parlando al corpo diplomatico quest’anno che “La crisi può e deve essere uno sprone a riflettere sull’esistenza umana e sull’importanza della sua dimensione etica, prima ancora che sui meccanismi che governano la vita economica”. Nell’immediato la crisi produce sofferenza, ma anche indurimento, chiusura, paura. E certo non scegliamo e non vogliamo la crisi. Ma la crisi può essere anche occasione di “purificazione”, di riscoperta di ciò che è essenziale, può indurre molti ad uno stile più sobrio, meno opulento, meno sprecone, più solidale di vivere.

Come realizzare un dialogo tra la testimonianza Cristiana e i messaggi che provengono dalle altre confessioni religiose?

L’Europa è una ma molteplice: abbiamo lingue diverse, tradizioni diverse, culture diverse, religioni diverse, odori e sapori diversi. Pensiamo concretamente anche alla realtà dell’immigrazione nei nostri Paesi, delle nostre città. Pensiamo a Rosarno, per parlare della Calabria, che è uno dei punti dolenti della vicenda dell’immigrazione in Italia. Come vivere insieme? Come integrare gli immigrati che vogliono vivere nel nostro Paese e che sono indispensabili per il nostro presente e futuro? Rosarno è anche l’esempio di una mobilitazione civile, di una società, di giovani che si impegnano a costruire ponti. L’Europa, nelle sue diversità, se unita, se solidale, realizza la civiltà del vivere insieme. Ed è davvero la civiltà che manca al mondo.

La tutela dell’ambiente. Perché l’Europa non riesce a dire un no definitivo alle armi nucleari?

Questo è un altro dei sette “Sì”,  il “Sì” al Creato “difendendo la natura e l’ambiente, doni di Dio da tutelare con rispettoso impegno per le generazioni future”. E’ questo un punto nodale per il nostro futuro, così come lavorare per l’unità della famiglia umana, per la pace che noi europei non possiamo tenere solo per noi stessi.

Link all’articolo originale

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →