La lezione francescana per un’economia al servizio dell’uomo

22 giugno 2012 19:30 0 comments

Ad Assisi insieme all’associazionismo e al terzo settore, politici ed economisti per riflettere sul voto greco e come uscire dalla crisi

Di Giacomo Galeazzi

vaticaninsider.it – 18/06/2012

Esulta per il voto greco, ma avverte che la strada è ancora in salita per l’Europa. Il superministro delle attività produttive e delle infrastrutture, Corrado Passera è arrivato ieri sera e ha dormito in convento. Poi stamattina ha pregato sulla tomba del Poverello e, accompagnato dal padre custode Giuseppe Piemontese ha incontrato i frati di tutte e quattro le famiglie francescane. La ricetta anti-crisi è antica di secoli e l’ha scritta San Francesco. Tra decreti sviluppo e finanziarie salva-euro, l’economia sociale di mercato e la dottrina sociale della Chiesa diventano modello e banco di prova per l’azione del governo. E così sulle orme del pensiero economico francescano, stamattina il Sacro Convento si è trasformato in insolito forum politico-finanziario mettendo a confronto la predicazione del Poverello di Assisi con le attuali strategie dei governanti nazionali ed europei contro la recessione. Insomma, l’economia non è solo banche e mercati, bensì soprattutto bene comune.

Nella cittadella della pace, sindacalisti, economisti e politologi (Stefano Zamagni, Dario Antiseri), politici (Rosi Bindi, Gaetano Quagliariello) responsabili del volontariato si confrontano con il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, tra i più attenti (nel governo tecnico del premier Mario Monti) alle trasformazioni del quadro politico nazionale.

Per molti, Passera è il leader ideale di quella “cosa bianca”, il progetto per una casa comune dei moderati che già agli Stati generali cattolici di Todi lo vide in prima linea. Ad ascoltarlo sono accorsi i vertici dell’associazionismo ecclesiale a partire dal segretario generale di Retinopera,Vicenzo Conso.

“La Grecia sta dicendo: vogliamo farcela. Quindi, il voto di ieri è sicuramente positivo”, ha detto Passera a margine del convegno “Un contributo francescano al superamento dell’attuale crisi economica”. “Il voto di Atene – ha osservato il ministro – ci conferma quello che tutti noi abbiamo sempre pensato, cioé che Atene possa, debba rimanere all’interno dell’eurozona e vada aiutata a superare un periodo veramente difficile”.

A spiegare il senso del meeting economico ospitato nella roccaforte mondiale della spiritualità è uno dei relatori più autorevoli, il professor Stefano Zamagni, presidente dell’Autorità per il Terzo Settore e collaboratore di Benedetto XVI nell’enciclica sociale che ha affrontato (e in parte anticipato) le odierne sfide della globalizzazione. “In questa situazione di crisi, il Sacro Convento di Assisi ha ritenuto di dover battere un colpo - spiega a “La Stampa” l’economista Zamagni -.Del resto, a partire dal 1300 i primi economisti sono tutti francescani e la loro è stata la prima scuola economica della storia. Sono stati i frati ad elaborare la teoria e le istituzioni economiche del mercato, come le prime banche”.

Inoltre, evidenzia Zamagni, proprio adesso che il sistema bancario è finito nella bufera in mezzo mondo, in pochi i ricordano, che “il primo monte di pietà fu creato dai francescani a Perugia nel 1462 e in poco tempo i frati ne crearono a decine”. In precedenza il prestito ad interesse era vietato: furono i seguaci di San Francesco a “sdoganarlo”.

Praticamente tutte le strutture teoriche e pratiche del mercato scaturiscono dalla scuola francescana, come, per esempio, la sistematizzane della partita doppia da parte di padre Luca Pacioli. Il futuro, insomma, affonda le sue radici in un passato che ha molto da insegnare. “A partire dal 1600, il pensiero dei francescani ha ceduto il passo a quello dei gesuiti e soprattutto ha ceduto il passo ai mutamenti provocati dall’avvio della rivoluzione industriale - puntualizza Zamagni -. L’economia cessò di essere orientata al bene comune e cominciò da allora ad avere come fine la massimizzazione del profitto di qualcuno”.

Insomma la deriva individualistica divenuta oggi strapotere dei mercati finanziari prese le mosse dalla “cacciata” degli economisti francescani. “Con la rivoluzione industriale, il profitto individuale ebbe la meglio sul bene comune - precisa Zamagni -. Adesso con la crisi di portata epocale che stiamo vivendo ci si accorge che avevano ragione i discepoli di San Francesco: per risolvere i problemi bisogna chiamare in causa nuovamente il bene comune”.

Link all’articolo originale

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →