Solo la Chiesa può difenderci dalla politica

30 agosto 2012 11:19 0 comments

Intervista di Paolo Nessi a Piero Ostellino

sussidiario.net

30 agosto 2012

L’entità delle incertezze e dei loro effetti sul tessuto collettivo è di gran lunga superiore a quella che politici ed economisti pensavano di aver definito; mentre buona parte di essi si ostina nel credere che poche ricette saranno sufficienti a salvarci dalla crisi, il capo della Cei, il cardinal Angelo Bagnasco, ha prospettato un quadro decisamente più drammatico.

Secondo il vescovo di Genova, infatti, nella prassi economica la logica del profitto si è ormai sostituita pressoché ovunque alla ricerca del bene dell’uomo mentre, sul fronte politico, la ricerca del consenso ha prodotto il prevalere di interessi settari e distorti. Le conseguenze di tutto ciò, «sono devastanti e la società si sfalda», ha dichiarato nell’omelia in occasione dell’apparizione della Madonna della Guardia.

Secondo il cardinale, quindi, «è l’ora di una solidarietà lungimirante, dell’assoluta concentrazione sui problemi prioritari dell’economia e del lavoro, della rifondazione della politica e della partecipazione, della riforma dello Stato». Le valutazioni di Piero Ostellino, editorialista del Corriere della Sera.

Perché, secondo lei, in via del tutto inedita, il presidente della Cei si è spinto a chiedere la riforma dello Stato?

Se interpreto le parole di Bagnasco secondo il mio sentire liberale, credo che non si possa fare altro che giungere ad una conclusione: lo Stato va riformato perché è molto meno laico della Chiesa. Essa, infatti, sostiene e introduce il libero arbitrio e la responsabilità individuale. Ciascuno è libero di peccare. Ne pagherà le conseguenze. Lo Stato, invece, cerca di mettere la tassa sulle bevande gassate nel tentativo di eliminare il “peccato” stesso. La riforma auspicata dal capo della Cei credo che consista, quindi, nel riposizionamento dell’individuo al centro; nient’altro, cioè, che la riproposta del messaggio cristiano.

Eppure, qualsivoglia riforma, tanto meno quella dello Stato, è ben lungi dall’essere realizzata. Ieri, tanto per cambiare, dalla riunione del Comitato ristretto sulla legge elettorale è emerso l’ennesimo nulla di fatto. Cosa manca ai partiti per pronunciarsi sul minimo indispensabile?

Parliamo di crisi della politica ma, in realtà, dovremmo parlare della crisi della cultura politica che sin qui è stata egemone ma, ormai, è stata sconfessata dalla storia; mi riferisco all’idea secondo cui lo Stato sia assimilabile ad un padre che fa il bene dei suoi figli. Esso, tuttavia, dovrebbe limitarsi a creare le condizioni per consentire a ciascun cittadino di ricercare la felicità e il benessere come meglio crede. All’assenza, quindi, di qualsiasi cultura politica si aggiunge l’assenza di leader in grado di trascinarci fuori dalla sacche della crisi, come quelli che operarono nell’immediato dopo guerra.

Tutto questo, manca nei partiti o in assoluto?

In assoluto. La cultura politica egemone ha reso i cittadini dei mendicanti sociali che si aspettano tutto dallo Stato, e analfabeti politici, inconsapevoli dei connotati della democrazia liberale.

Quindi?

Siamo destinati alla decadenza. Che non avverrà con un trauma, ma attraverso una lunghissima agonia. L’uscita dalla crisi è una menzogna inventata e fatta circolare dal governo in maniera analoga a quanto fece la nomenclatura sovietica mentre l’Urrs si stava dissolvendo. E si stava dissolvendo per le stesse ragioni italiane: non funzionava più nulla.

Bagnasco, in effetti, ha paventato il rischio del disfacimento della coesione sociale.

Beh, del resto come può esserci coesione sociale in un Paese la cui imposizione fiscale è la più alta al mondo? E dove non è possibile creare un’impresa se non sovvenzionata dalla Stato. In un Paese normale, chi vuole fare imprenditoria, i soldi ce li mette di tasca sua, mentre in una società libera, la società civile ha una sua piena autonomia rispetto a quella politica; essa, infatti, produce ricchezza affrontando i rischi dell’impresa. Il sussidio dello Stato, invece, riduce gli imprenditori ad essere dei mendicanti e disincentiva quella competitività sana che consente di migliorare.

La Corte di Strasburgo ha bocciato parte della legge 40 benché il ricorso non abbia affrontato i gradi di giudizio prevista in Italia, come prassi vorrebbe. Per questo, il cardinale ha denunciato il surclassamento della nostra magistratura.

Come le iniziative della Bce di sostegno agli Stati indebitati rappresentano forme di statalismo che contribuiranno a rendere i cittadini dei mendicanti, così le sovrastrutture tecnocratiche hanno dato forma ad una sorta di statalismo morale. Anche in tal caso, tali strutture dimostrano di essere meno laiche della chiesa. L’ombrello etico europeo non farà altro che renderci ancora meno liberi e meno responsabili.

Link all’articolo originale

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →