L’insegnamento della morale laica in Francia

12 settembre 2012 15:56 20 comments

di Stefano Fontana

9 Settembre 2012

loccidentale.it

Anche i Giacobini provarono a cambiare la natura umana ma erano più seri di Hollande

Fa discutere il progetto del Presidente francese Hollande e del ministro dell’Educazione nazionale Vincent Peillon di introdurre nelle scuole francesi, a partire dalla prima classe elementare, l’insegnamento di “morale laica”. Chissà cosa ne nascerà in concreto, però già il solo progetto contiene elementi piuttosto inquietanti.

Intanto una osservazione preliminare: non esiste una “morale di Stato” e il titolo stesso del ministero francese – “Educazione nazionale” – un po’ di brividi li mette. Lo Stato non è la fonte né il detentore originario dei criteri morali. Questo non vuol dire che lo Stato non abbia a che fare con la morale, solo che non ne è la fonte. Lo Stato etico si ritiene la fonte e l’incarnazione della morale; lo Stato agnostico si ritiene senza morale: sono posizioni ugualmente sbagliate. Lo Stato trova altrove i fondamenti della morale e deve porsi a loro servizio. Trova anche prima di sé i soggetti primi dell’educazione morale e deve porsi al loro servizio: le famiglie. Lo Stato è doppiamente sussidiario.

Fino a quando erano più o meno diffusi e riconosciuti i principi della morale naturale, lo Stato se ne faceva interprete e li garantiva. Lo Stato “educava” non però in conto proprio ma per conto altrui, per conto della legge morale naturale. Nelle scuole della mia infanzia si insegnavano i valori della famiglia, del matrimonio, dei figli, della religione. Nel passato lo Stato ha più volte imposto una sua morale sovrapponendola alla legge morale naturale, come per esempio è accaduto sistematicamente nello Stato italiano dopo l’unità, ma sotto era rimasta nel popolo una coscienza morale diffusa improntata ai valori della legge morale naturale garantita dalla religione cristiana.

Da quando lo Stato non ha più nessun aggancio con la legge morale naturale garantita dal cristianesimo – ed oggi non ne ha più nessuno – diventa pericoloso che insegni la morale. Se lo fa insegna per forza una morale sbagliata e bisogna impedirglielo. Da qui la strenua opposizione delle Chiese cattoliche a iniziative come quella voluta da Zapatero in Spagna dell’insegnamento dell’educazione civica. Anche in America Latina ci sono tentativi di questo genere, prontamente contrastati dai Vescovi cattolici.

A proposito della proposta francese, qualche giornale ha titolato “Tornano i Giacobini”. Ed in effetti viene subito alla mente l’infausta volontà di Rousseau di cambiare la natura umana per costringere gli uomini ad essere liberi. Della proposta francese colpisce l’aspetto propositivo e militante. Il ministro Peillon crede nella verità della morale laica, crede che essa esista e che sia superiore alla morale religiosa, tanto è vero che propone il suo insegnamento come antidoto alle morali “fondamentaliste”, termine con cui egli indica qualsiasi morale religiosa. Svanisce quindi l’idea di una laicità come neutralità e come tolleranza di tutte le religioni e di tutte le morali. La laicità ora ha una sua morale e non è detto che domani non abbia una sua religione, perché cambiare la natura umana e costringere gli uomini ad essere liberi è un impegno che comporta un forza assoluta.

L’interesse del progetto sta quindi proprio in questo: la morale laica che alza la testa davanti alla morale religiosa e che rivendica una sua propria verità e una sua propria assolutezza, al punto da doverla insegnare obbligatoriamente nelle scuole. La morale laica che non rivendica semplicemente la libertà del cittadino di avere una morale e una religione, ma che rivendica la verità di se stessa e affida allo Stato un compito “educativo”. La morale che non si limita ad eliminare materialmente e metaforicamente i simboli religiosi dalle aule scolastiche, ma che ora le riempie con i propri riferimenti assoluti. Chi sosteneva che una morale laica come neutralità non può esistere ora vede confermata la propria tesi.

Ma a ben vedere la morale laica qual è? Di morali laiche ce ne sono molte ed anzi appartiene alla posizione laica, investigativa e contraria al principio di autorità, compreso lo stesso principio di realtà, esprimere un pluralismo morale. Quale morale laica insegnerebbe quindi lo Stato francese? Nella pratica si verificherà una delle seguenti possibilità: o l’insegnante insegnerà che non esiste una morale e che proprio in questo consiste la morale laica; o l’insegnante insegnerà la propria personale ed individuale morale; o l’insegnante insegnerà i principali luoghi comuni di una morale laica diffusa, la morale laica dominante che acriticamente impazza sui media.

Per rifare la natura umana e costringere ad essere liberi sembrano tutti e tre strumenti piuttosto inadeguati. Erano più seri i Giacobini.

Link all’articolo originale

Leggi anche: La libertà della fede fondamento della laicità

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →