Esiste il pericolo che ognuno commemori il “suo Concilio”, anziché il Concilio della Chiesa

15 ottobre 2012 10:54 1 comment

Di Stefano Fontana

Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuân

15 ottobre 2012

Nell’”Anno del Concilio” il Vaticano II chiede di essere correttamente interpretato e pienamente restituito alla Chiesa.

 

Non si può attuarlo senza averlo correttamente interpretato

Il ricordo e la celebrazione del Concilio Vaticano II nel suo 50mo anniversario non possono essere staccati dall’impegno della Chiesa ad interpretarlo. Non si può infatti attuarlo senza prima averlo adeguatamente interpretato. Ecco l’aspetto principale di questo “anno del Concilio” inserito dentro l’anno della fede. L’interpretazione del Concilio non è ancora finita e durerà probabilmente a lungo. È iniziata fin da subito, a Concilio appena aperto. È proseguita lungo i pontificati di Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Questi pontefici hanno fatto delle precisazioni importanti sul Concilio e sulla sua eredità, cercando di correggerne, di volta in volta, le interpretazioni errate. Non sempre coloro che lo hanno interpretato erroneamente hanno fatto tesoro di queste precisazioni e molti vi si sono ispirati abusivamente.

L’interpretazione del Concilio ha poi subito una impennata quando Benedetto XVI, il 22 dicembre 2005, ha pronunciato il discorso sulla interpretazione come “rottura” o come “riforma nella continuità”. Ha dato i criteri di fondo, segno che l’interpretazione aveva secondo lui una lunga storia davanti a sé. Non ha chiuso il dibattito sul Concilio, ma l’ha autorevolmente riaperto fissando l’alveo dentro cui deve incanalarsi.

Ancor più la discussione si è impennata quando il Papa ha rimesso la scomunica ai quattro vescovi della Fraternità San Pio X di Mons. Lefebvre e sono iniziati i colloqui per la ricomposizione della frattura con la Chiesa di Roma. Benedetto XVI ha dovuto scrivere una lettera a tutti i vescovi del mondo per difendersi dagli attacchi nei suoi confronti. Questa riapertura di relazioni in qualche modo riapriva anche la questione Concilio.

In questo 50mo, quindi, si commemora qualcosa che deve essere ancora interpretato in via definitiva. Per questo esiste il pericolo che ognuno commemori il “suo Concilio”. Il Vaticano II presenta ancora vari problemi aperti, accanto alle numerose acquisizioni sul suo messaggio fondamentale. Le stesse “novità” portate dal Concilio e che oggi sono sulla bocca di tutti – la collegialità, la libertà di religione, la riforma liturgica, la cosiddetta apertura al mondo – non possono dirsi acquisite in forma definitiva. Il loro rapporto con la tradizione della Chiesa – giacché il Vaticano II non diede inizio ad una nuova Chiesa ma va interpretato dentro la fede di sempre – deve essere in molti aspetti ancora approfondito.

 

Concilio e postconcilio, problema ancora aperto

C’è poi la questione del rapporto tra Concilio e postconcilio, che è pure tuttora aperta, soprattutto perché essa dipende dalla interpretazione del Concilio. Lo stesso concetto di “attuazione” del Concilio non è condiviso dalle diverse anime degli interpreti. Chi vede il Concilio come “evento”, come spirito e non come letteracontrariamente a quanto detto dal Papa nell’omelia che pubblichiamo qui sopra – nega che il Concilio sia da “attuare” in quanto esso è un evento che deve “continuare”, essere quindi riscoperto e rivissuto nel suo spirito, contro la normalizzazione degli ultimi pontefici e specialmente dell’attuale. Gli attacchi contro Benedetto XVI che si sarebbe messo a capo degli “anticonciliaristi” o comunque avrebbe fornito appoggi ai loro argomenti la dicono lunga su come le interpretazioni siano ancora molto lontane tra loro e come molti non seguano il Papa in questo.

 

Mitizzazioni da evitare

Il fatto che sia in atto una interpretazione del Concilio, che il Papa lo sappia e lo voglia, che egli stesso abbia indicato i principali paletti dell’approfondimento, mette in guardia da una possibile nuova mitizzazione del Concilio con l’occasione del suo 50mo anniversario. La prima cosa è capire, ed invece si può prevedere che i media vi si butteranno sopra, le frasi fatte troveranno occasione di ampia diffusione, il Concilio sarà ripresentato come “evento” che ha prodotto un “nuovo inizio” con il pericolo di ripresentarlo come un “superdogma” . Già da come i media hanno impostato la cronaca della giornata dell’11 ottobre 2012, anniversario della apertura del Concilio avvenuta l’11 ottobre 1962, fa pensare alla concreta possibilità di questa mitizzazione, dietro alla quale la corretta interpretazione troverebbe una cortina fumogena che le impedirebbe di procedere.

C’è da augurarsi, al contrario, che la necessità di una corretta interpretazione del Concilio, obiettivo ancora da conseguire in modo completo, trovi in questo “anno del Vaticano II” un momento di serio approfondimento sotto la guida del Papa. Più che le trasmissioni televisive e le dichiarazioni ufficiali e di maniera, sarà questo a contare veramente. Del Concilio si sono insinuate interpretazione devianti. Speriamo che si approfitti di questo anno di commemorazione e ricordo per riappropriarsi del Concilio collocandolo al suo posto, dentro la dottrina e la tradizione della Chiesa.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →