Il governo francese e la laicità a tutti i costi che passa per la scuola

2 gennaio 2013 07:59 25 comments

di Giulio Meotti

1 gennaio 2013

Il Foglio Quotidiano

A Parigi il ministro dell’Istruzione, Vincent Peillon, autore di un saggio dal titolo emblematico “La Rivoluzione francese non è finita”, va avanti con la sua rifondazione della scuola. Dopo la decisione di portare nelle aule l’“ora di morale laica”, arriva adesso la “carta della laicità”, una sorta di abbecedario ideologico secolarista da appendere in ogni scuola. Il documento – che dovrebbe aprirsi con la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1789 e con la citazione della legge del 1905 sulla separazione della chiesa e dello stato – sarà messo a punto nelle prossime settimane.

Per distinguersi dalla “laïcité positive” dell’ex presidente Nicolas Sarkozy (mutuata sul modello americano di religione civile) e la “laïcité identitaire” di Marine Le Pen (“la morale laica è la morale che viene dalla religione cristiana”), Peillon sta promuovendo un progetto di “laïcité d’opposition”, una laicità militante e aggressiva. L’idea di una carta laica da appendere negli edifici scolastici riprende un progetto del 2007 dell’allora premier Dominique de Villepin, che lanciò un “vademecum del buon cittadino laico”.

Nella visione di Peillon e Hollande è la scuola, molto più che la famiglia, il luogo dove inculcare i valori della République. Vivien Hoch ha appena pubblicato un libro su Peillon “profeta di una religione laica” e facitore di una “trasformazione progressista” della società. Secondo il teologo Xavier Lacroix, Peillon intende portare nelle scuole “un’etica minimalista”. Non più la vecchia educazione civica, ma qualcosa di “più ampio”, che si pone come obiettivo la “costruzione del cittadino”. Un progetto che piace ai francesi (secondo il Point, il novanta per cento approva l’iniziativa).

Le organizzazioni cattoliche, già sul piede di guerra per l’introduzione del matrimonio gay in Francia, sono all’attacco del progetto scolastico, che nelle parole del ministro Peillon deve aiutare “a distinguere il bene e il male, comprendere i propri diritti, ma soprattutto i propri doveri, cogliere l’importanza delle virtù e dei valori”. E se il predecessore di Peillon al ministero, Luc Chatel, paragona la morale laica a scuola alla concezione di scuola che aveva il maresciallo Pétain, il filosofo François Ewald scrive che nel progetto di Peillon la scuola, di totalitaria memoria, deve “forgiare un nuovo essere”.

In nessun altro paese democratico ci si era mai posti infatti l’obiettivo dell’adesione dei cittadini alla laicità. Il parlamentare e filosofo Christian Vanneste è ancora più duro: “Il governo intende costringere gli uomini a essere liberi. I giacobini sono tornati”.

Ma la scuola di Peillon non piace molto neppure al Monde, l’organo progressista di Francia, che in un intervento dei filosofi Fabienne Brugère e Guillaume le Blanc ha scritto che la morale laica “fa eco a una concezione vecchia della nazione e dell’identità”. Nella bozza di Peillon si parla di una lotta “contro ogni genere di determinismo”, famigliare, etnico, sociale, intellettuale. La “pedagogia della laicità” dovrebbe essere esposta in classe perché i ragazzi imparino “ciò che rende una vita felice o buona”. Allo studio c’è anche una precedente proposta dell’allora ministro dell’Educazione, Valérie Pécresse, ovvero un “diploma” sulla laicità.

Nei giorni scorsi il ministro dell’Interno, Manuel Valls, anche lui autore di un libro sulla laicità, ha annunciato che il governo, tramite i prefetti, terrà sotto osservazione i gruppi sospetti di “patologia religiosa”, ovvero islamisti, ebrei, ortodossi e cattolici militanti. “In questo progetto di estremismo secolarista si compara in modo fraudolento una scelta di vita con atti terroristici e criminali”, ha risposto la giornalista francese di Present, Jeanne Smits.

Da ultima c’è anche l’istituzione di un “Osservatorio nazionale sulla laicità”, come annunciato dal presidente Hollande. Un vecchio progetto voluto ma mai realizzato da Jacques Chirac. E intanto una bella inchiesta del Figaro elenca le materie scolastiche che nel calderone comunitario di Francia sono diventate impossibili da insegnare agli alunni: le crociate, la Shoah, l’evoluzionismo, la storia d’Israele o la guerra d’Algeria.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →