Roma locuta

20 giugno 2013 05:48 6 comments

Di ClaudioLXXXI

19 giugno 2013

deliberoarbitrio.wordpress.com

Molti si sono chiesti cosa volesse precisamente dire il Papa con quell’accenno alla “abrogazione delle leggi” mentre riceveva alcuni parlamentari francesi. Si riferiva alla legge Taubira? Stava raccomandando ai suoi ospiti di darsi da fare per cancellare quella follia normativa e ripristinare l’eterosessualità del matrimonio? Da quanto riporta Tempi, è quel che hanno pensato quasi tutti i giornali francesi (non ho controllato, non so il francese), chissà che vesti stracciate in difesa della laicitè.

Anche a me sembra l’interpretazione più probabile, ma potrebbe anche essere il contrario, e non mi sembra chissà quale dilemma amletico: in fondo, che Francesco si riferisse a quella legge in particolare o alle leggi cattive in generale, cambia poco nel contesto.

Contro l’ipotesi “interventista” però si schiera Luigi Accattoli sul Corriere, che con il suo articolo “Un Papa nuovo. Non grida contro le leggi” dell’episodio dà una lettura opposta, cioè che “Francesco non grida contro le leggi che violano i valori non negoziabili: è una tra le novità del suo modo di fare il Papa. Condivide la necessità della protesta ma lascia quel compito ai vescovi dei singoli paesi che conoscono lo specifico delle leggi da sottoporre a critica”.

Anche se il Papa qui parlava a dei laici e non a dei vescovi, Accattoli basa questa sua teoria su un episodio precedente e cioè quando

il Papa incontrando, i vescovi italiani il 23 maggio, disse parlando a braccio ad apertura dell’incontro: “Il dialogo con le istituzioni culturali, sociali e politiche è cosa vostra” [...] Francesco con quelle parole ha detto che non solo la Segreteria di Stato ma neanche il Papa d’ora in poi svolgerà interventi riguardanti la nostra vita pubblica, interventi che sono “cosa vostra”.

Ora, sappiamo bene che ci sono due giochini che vanno molto in voga in certi ambienti: il primo è parlare bene del papa nuovo per parlare male di quello vecchio; il secondo è elogiare il papa attribuendogli sentimenti e propositi “innovativi” che però, a ben vedere, rispecchiano più i desideri dell’elogiante che le reali affermazioni dell’elogiato.

La mia memoria non è perfetta, ma non mi pare di aver mai sentito Benedetto XVI, che pure non ha mai avuto paura a toccare argomenti politicamente scorretti, criticare direttamente la singola legge X del paese Y. Questo vuol forse dire che si rifiutava di intervenire nella vita pubblica? Ovviamente no, al contrario, parlava in generale contro tutte le leggi ingiuste, contrarie alla vita e alla famiglia, di tutti i paesi.

Quest’episodio mediatico di Bergoglio mi ha ricordato un altro episodio che toccò invece a Ratzinger e che mi pare simile. Lo voglio qui ricordare perché, proprio mentre sono simili gli episodi, il trattamento riservato ai due papi è diverso.

Era il giugno del 2005, anche Benedetto XVI era stato eletto da pochi mesi. Si era alla vigilia del referendum sulla legge 40, dove la Chiesa italiana si giocava una posta altissima, in una situazione di tensione pubblica paragonabile e anche superiore a quella francese odierna. Eppure, per tutta la durata della campagna refendaria, il Papa non intervenne direttamente nel rovente dibattito nazionale, non esortò mai i cittadini italiani a non votare nel referendum. Questo semmai lo facevano i vescovi (coi tempi che corrono, è già tanto).

Ebbene, alla vigilia del referendum, i mass media parlarono d’ingerenza perché … il papa in un suo discorso aveva invitato ad “astenersi da ciò che è odioso a Dio”. Ovviamente, secondo i laicisti, l’uso del verbo astenersi era di per sé un assist subdolo e strumentale alla causa dell’astensione referendaria (cit. Repubblica “un messaggio subliminale ma nemmeno tanto”), che poteva slealmente influenzare milioni di votanti! È passato così tanto tempo che non vale neanche più la pena ironizzare su queste idiozie.

Capito come va il mondo? Il povero Ratzinger, per aver usato una certa parola all’interno di un discorso in generale, allora si beccò le contumelie delle migliori redazioni. Invece oggi a Bergoglio, che ha usato una certa parola all’interno di un discorso in generale, applausi: bisogna costruire l’immaginetta del papa “nuovo” e migliore. Il Papa che vogliono loro, insomma, quello che “non grida”, anzi non parla.

Resteranno ben delusi, spero.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →