Cattolicesimo, guerra e pace. Perché non possiamo dirci pacifisti

4 settembre 2013 14:32 81 comments

di Marco Mancini

3 settembre 2013

campariedemaistre.com

Come riportato con dovizia di particolari su tutti i principali media, durante l’Angelus di domenica Papa Francesco ha rivolto un pressante invito per la pace nel mondo e in particolar modo in Siria, indicendo anche un’apposita giornata di digiuno e di preghiera per il prossimo 7 settembre, ricorrenza della Natività della Vergine Maria, Regina della Pace. Si tratta di un’iniziativa lodevole e in qualche modo profetica per i tempi bui che stiamo vivendo, alla quale noi cattolici – ma non solo – siamo chiamati ad aderire, soprattutto nella speranza di evitare il demenziale intervento armato nel Paese arabo che taluni Paesi occidentali vanno prospettando. Le parole del Papa, tuttavia, non possono essere interpretate come una revisione della tradizionale dottrina cattolica sulla pace e sulla guerra.

Non va infatti dimenticato che, se un cristiano può certamente definirsi “operatore di pace”, egli non potrà mai considerarsi un pacifista tout court: ciò costituirebbe, del resto, un’immane sciocchezza. La “pace nel mondo” costituisce certamente un bene tra i più preziosi, ma non può essere elevata a valore assoluto: lo stesso Catechismo della Chiesa Cattolica si incarica di esporre i casi in cui l’uso della forza militare può essere considerato legittimo, oltre che le condizioni indispensabili perché possa darsi un’autentica pace. La pace, scrive Agostino, è “tranquillità nell’ordine”; non può dunque esservi pace senza giustizia (cfr. Isaia), come non può esservi libertà senza verità.

Cristo stesso, del resto, ha affermato di essere venuto a portare “non la pace, ma la spada” e ci ha concesso la “sua” pace, diversa da quella che “dà il mondo”. La pace che Cristo ci dona è innanzitutto quella del cuore, che ci consente di vivere cristianamente, esercitando tutte le virtù, in primo luogo quella della carità. Per questo ieri, mentre ascoltavo in Piazza San Pietro l’Angelus del Papa e osservavo le migliaia di persone che applaudivano le sue parole, ho pensato: tutti quelli che sono pronti a invocare la pace in Siria o in qualsiasi altra parte del mondo (me compreso) sono capaci di essere “operatori di pace” all’interno della propria famiglia o del proprio ambiente di lavoro? Sono capaci di chiudere un occhio sui difetti e sulle mancanze del proprio marito o della propria moglie, a porgere (metaforicamente) l’altra guancia nei confronti del vicino e del collega che ci pestano i piedi? Questi sono i “nemici” (“inimicus”) che Cristo ci invita ad amare.

La definizione del “nemico politico” (“hostis”), come ha chiarito Carl Schmitt, risponde invece a logiche diverse: “nella lotta millenaria tra Cristianità ed Islam, mai un cristiano ha pensato che si dovesse cedere l’Europa, invece che difenderla, per amore verso i Saraceni e i Turchi”. Il Vangelo, infatti, “non comanda che si debbano amare i nemici del proprio popolo e che li si debba sostenere contro di esso”. Se dunque i pubblici poteri devono senz’altro sforzarsi di creare le condizioni per una pace effettiva e duratura, essi non sono per questo esentati dal dovere di predisporre tutte le misure di sicurezza necessarie per difendere la propria comunità politica, né sono privati della possibilità di autorizzare legittimamente un uso regolato della forza armata, qualora le circostanze e le esigenze del bene comune lo impongano. Il grido “mai più la guerra!”, dunque, può considerarsi un monito frutto della sollecitudine paterna di un Papa (Giovanni Paolo II come Francesco) nei confronti della famiglia umana, ma non può costituire l’autentica espressone della dottrina cattolica su questo tema.

In questo, come in altri campi, abbandonare il realismo politico e il rigore della logica giuridica (in una sola parola, la ragione) a favore di un vago sentimentalismo, significa svuotare il Cattolicesimo proprio di ciò che lo ha reso grande nel corso di duemila anni di storia. Significa, in ultima analisi, privare la Chiesa stessa della possibilità di articolare in maniera efficace la Verità che salva e di esercitare in pienezza il proprio ruolo di Katechon contro le forze irrazionali della dissoluzione.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →