“Secondo giustizia”

13 gennaio 2014 16:28 9 comments

L’enorme complessità e difficoltà della nostra società dimostra che all’origine del disordine sociale, politico e umano c’è il sorgere dell’Ingiustizia, ossia la negazione della Giustizia, un travisamento dei soli principi che possono reggere, nella solidità dei doveri e nel riconoscimento dei diritti, lo stato comunitario e civile.

Partendo dai capisaldi della “Pacem in Terris” e approdando alle indicazioni programmatiche dell’ultimo documento magisteriale consegnato agli uomini e alle donne di buona volontà da Sua Santità, Papa Francesco, la Scuola di formazione socio-politica “Beato Toniolo” dell’arcidiocesi dio Campobasso, con la Lectio magistralis che terrà l’arcivescovo, mons. Giancarlo Bregantini, martedì 14 gennaio 2013, s’impegna a proporre per questo terzo appuntamento, in una tavola rotonda aperta a tutti, una delle questioni più scottanti e urgenti: la Giustizia.

Come input all’argomento più volte riportato all’attenzione e alla sensibilità collettiva, un approfondimento della filosofa Ylenia Fiorenza, per entrare nel vivo della tematica, scelta per la sezione formativa della Scuola Toniolo.

“SECONDO GIUSTIZIA”

di Ylenia Fiorenza

13 gennaio 2014

Dichiarare guerra al povero è più che bestemmiare. Toccare il povero significa penalizzare la parte più indifesa di tutta l’Umanità. Violarne l’innocenza. Atterrire i suoi aneliti. Togliere a chi non ha è un’azione abietta. Un vero crimine che va denunciato al tribunale della Dignità perché trasgredisce la legge suprema dell’Uguaglianza che è tutta concentrata nell’espressione: “dare cuique suum”. “Assicurare a ciascuno il suo” è diventato invece rubare agli altri ciò che è proprio per diritto. E il tampone della solidarietà sembra non bastare.

Destinare del ‘‘mio’’ all’altro non è l’antidoto perfetto per risolvere l’abisso dell’ingiustizia sociale. A ciascuno allora soprattutto la propria responsabilità! Il debito violento dell’ingiustizia ha innalzato croci sanguinanti, impiantando soprattutto nella sacralità della Politica la spirale dello spreco e della dissipazione dei beni necessari ed inviolabili a ciascun uomo vivente. L’inganno regna a discapito di tutto l’uomo.

La soluzione è dare ciò che spetta ad ognuno in ragione della propria dignità. E’ questo il flagello patito dai tempi odierni. La Giustizia non è una disciplina, ma un’esperienza costante di Verità. La persona, il territorio, la cultura, la storia si compiono nella Giustizia.

Lo stato di emergenza “disoccupazione” che si sta configurando con maggiore gravità e pericolo nella società umana presenta due urgenze.

Ad primum è improrogabile l’ascolto della Parola: “Dice il Signore: Praticate il diritto e la giustizia, liberate l’oppresso dalle mani dell’oppressore, non fate violenza e non opprimete il forestiero, l’orfano e la vedova, e non spargete sangue innocente in questo luogo. Se osserverete lealmente quest’ordine, entreranno ancora per le porte di questa casa i re che siederanno sul trono di Davide, montati su carri e cavalli, essi, i loro ministri e il loro popolo. Ma se non ascolterete queste parole, io lo giuro per me stesso – parola del Signore – questa casa diventerà una rovina” (Ger22, 3-5).

Ad secundum occorre capire che la questione della giustizia è la questione dell’umano, che dire “giustizia” è dire “uomo”, che essere, vivere, pensare, credere, agire secondo giustizia non significa compilare un modulo, ma progettare e progettarsi nel bene che orienta la via del lavoro umano “per essere” prima che per un puro avere. Perché lavorare significa esistere, dare conferma che si è nel mondo presenti e partecipi col proprio sudore e col proprio talento. E infine che è necessario sul piano naturale radicare i valori della vita sociale nell’Amore.

Perché manca la Giustizia? Perché la nostra società è cioè in rovina? Nell’indicazione del profeta Isaia c’è la risposta: “Come mai è diventata una prostituta la città fedele? Era piena di rettitudine, la giustizia vi dimorava; ora invece è piena di assassini!”.

Ma con quale arma si sta uccidendo questa generazione di senza-lavoro? Con la lama avvelenata della corruzione. Sufficiente per sterminarla, per obbligarla a camminare sulle ginocchia e non sulle gambe. Una generazione istruita ma resa nulla. Ferita nel suo valore e mortificata nella sua aspirazione a costruirsi il domani. Derisa dai morsi dello sperpero. Emarginata dall’inquinamento dai sistemi perversi del potere. Il riferimento non è più la Giustizia, ma il Ladrocinio. Non più l’etica, ma la dea finanza. La disparità tra ricchi e poveri è il fenomeno attuale più dominante che regola il mondo intero. Ecco perché in mezzo agli oppressi ci sono in prima fila i “senza-lavoro”, i martiri di oggi, privati del pane e della pace. Giovani disperati. Famiglie piagate dalla miseria.

Il ponte fra presente e futuro è travolto dalle acque amare dell’illegalità. L’ingiustizia è l’uomo contro l’uomo; l’uomo che sottrae l’uomo alla speranza; l’uomo sedotto dal male; l’uomo che si è tolto il cuore di carne per mettervi dentro quello di pietra; l’uomo convertito alla bassezza contraria al suo essere; l’uomo che ha ripudiato la propria coscienza; l’uomo che lascia ammuffire il seme della vita; l’uomo che si auto-esalta, calpestando il proprio fratello, che erige il proprio trono su principi di distruzione e di morte, come i criteri economici di interesse egoistico, la schizofrenia del dominio, lo scandalo delle spese in armi, i tagli all’istruzione, alla ricerca, alla sanità, ai servizi e all’efficienza, i vincoli con le organizzazioni malavitose, la miopia liberal-individualista, l’indifferenza verso il settore terziario, la proliferazione di riforme fantasma, la superiorità del capitalismo, i traffici illeciti…

C’è bisogno che il senso di giustizia risorga in tutte le realtà e le scelte, piuttosto che simpatizzare ancora per precetti, ricette e maschere. Garantire la Giustizia significa infine permettere all’uomo di diventare se stesso nella Libertà, di sviluppare la propria grandezza a beneficio della società intera, di viver dignitosamente e secondo la Verità per cui è stato creato.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →