Siria: fare l’offensiva di primavera

29 marzo 2014 07:27 5 comments

Di Patrizio Ricci

13 marzo 2014

laperfettaletizia.com

“La Siria è in balia di potenze straniere: sono ben 83 i Paesi che vi inviano terroristi a combattere. Prima la popolazione conviveva pacificamente, oggi non più. Subisce violenze e morte. Perché? Perché questi Paesi li mandano qui da noi? Perché non ci lasciano in pace? Tutto questo è contro l’umanità, contro tutte le religioni, contro la civiltà. Questa che si sta combattendo non è una guerra civile. Chi ha seminato questa guerra ora trovi una soluzione che non sia militare ma pacifica e di dialogo come auspicato in più interventi da Papa Francesco”.

E’ il grido rimasto inascoltato che monsignor Joseph Arnaouti vescovo armeno cattolico di Damasco ha affidato all’agenzia SIR.

È chiaro mons. Arnouti: accanto a uomini che come lui, condividono i bisogni, c’è chi pensa di stare sempre ‘dalla parte giusta della storia’ e di prendere perciò le decisioni giuste. Così accanto agli aiuti umanitari che stentano ad arrivare in maniera sufficiente o alla denuncia di crimini sempre più efferati, ora si ha una nuova idea: imprimere una nuova spinta alla guerra. Al sud della Siria fervono i preparativi: è in corso uno sforzo congiunto tra Stati Uniti, Arabia Saudita e Giordania, pronti a dar vita all’offensiva dei ‘ribelli’ con obiettivo Damasco. Già dalla fine dei colloqui di pace Ginevra 2 erano già all’opera. L’attività era frenetica: quando ancora la Conferenza di pace non era ancora terminata, il Congresso americano, a porte chiuse, aveva già approvato il riarmo dei ribelli (interrotto per un breve periodo per timore che non finissero in mano ad al-Nusra ed Isis).

Come sappiamo, i colloqui di Ginevra si sono risolti senza successo ed il segretario di Stato Kerry ha fatto di tutto per farli naufragare. Ma successivamente negli Stati Uniti si è svolta un’altra serie di incontri. E questi hanno avuto successo: protagonisti sono stati il consigliere per la sicurezza nazionale Susan Rice, Barack Obama, e il principe Mohammed bin Nayef, ministro degli Interni saudita responsabile dei programmi di azione sotto copertura in Siria. Erano presenti anche i responsabili dello spionaggio della Turchia, Qatar, Giordania e altri principali potenze regionali che hanno sostenuto l’opposizione armata. Alla fine si è deciso di rifornire i ribelli ‘più moderati’ dell’ESL (Esercito Siriano Libero) degli armamenti più sofisticati: una potenza distruttiva all’avanguardia alla quale non mancheranno i sistema d’arma antiaerei e quelli anticarro. Gli sforzi bellici saranno concentrati a sud della Siria. A fine mese Obama si recherà nuovamente ad incontrare i reali sauditi a Riyadh, per fare il punto della situazione su Siria e Iran.

La Giordania ha del tutto sostituito la Turchia come maggiore base arretrata dei ribelli dopo possono contare sull’appoggio logistico degli americani, presenti in forze. I miliziani dell’ESL potranno compiere dal territorio giordano infiltrazioni ed esfiltrazioni, sicuri della protezione del confine. Il quotidiano israeliano Haretz riferisce che “ogni mese, tra i 200 ei 250 soldati combattenti subiscono esercizi base di addestramento delle forze speciali giordane ‘vicino alla città di Salt”.

Gli Stati Uniti stanno provvedendo ad allargare le strade per il deflusso delle forze ‘ribelli’ in Siria, in modo che possano transitare anche carri armati. Il quotidiano Haretz, riferisce che “gli Stati Uniti stanno costruendo piste per aerei da ricognizione nei pressi del confine tra la Giordania e la Siria. Utilizzando queste piste , nelle ultime settimane, l’Arabia Saudita ha fatto pervenire via aerea armi e munizioni acquistate in Ucraina per le basi ribelli in Giordania. Contemporaneamente, sono giunti via terra, convogli di cibo e tende per l’utilizzo da parte di nuovi profughi che continuano a giungere in Giordania. Giacché tutto si svolge in ‘casa giordana’ Stati Uniti e l’Arabia Saudita hanno pensato bene di avvicendare il comandante dell’Esercito Siriano Libero (Salim Idris) con Abdul-Ilah al-Bashir, persona vicina e gradita a sua altezza Re Abdullah. Da parte sua, anche Israele sta dando il suo contributo ‘alla causa’ degli estremisti islamici. Gli aerei con la stella di Davide hanno bombardato a più riprese obiettivi strategici in territorio siriano, indebolendo Hezbollah e l’esercito siriano. Gli israeliani in almeno 4 occasioni hanno anche provveduto ad accecare con dispositivi di guerra elettronica le comunicazioni tra le unità siriane combattenti.

Si stanno realizzando i presagi più funesti, quelli che abbiamo scansato perché troppo semplicistici: chi ha pensato che ciò che anima le superpotenze sono gli alti ideali, la moderazione, il dialogo, si dovrà presto ricredere.

È evidente che questa nuova accelerazione è voluta dall’amministrazione Obama frustrata dal duro ‘affronto’ russo in Crimea. Gli occhi si sono voltati furtivi verso la Siria, giurando di ‘dare una lezione ai russi’. È un fatto di immagine alla quale non si vuol rinunciare. Ora, il suolo siriano con ogni probabilità diventerà terreno di scontro per un ‘regolamento di conti’ e per una ‘dimostrazione di forza’ che non ha nulla a che vedere con la situazione reale e con i bisogni della gente. Assassini, devastazioni e sofferenze inaudite, non possono avere nessuna giustificazione né legittimazione futura. Si potrà ridipingere tutto ciò è accaduto come qualcosa d’altro, ma non sarà mai nient’altro che crimine, razzia delle risorse e sete di potere.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →