In piedi per la libertà

8 aprile 2014 12:07 28 comments

Di Giuliano Guzzo

8 aprile 2014

giulianoguzzo.wordpress.com

Credevo che la mia generazione non avrebbe mai avuto l’onore e l’onere di battersi per la libertà; la ritenevo a tutti gli effetti una battaglia d’altri tempi, superata e, fortunatamente, già vinta. Una battaglia che – considerando fra l’altro la già tosta lotta quotidiana per un semplice posto di lavoro – contavo ci sarebbe stata risparmiata. Anche perché pensavo che, una volta scolpito nella Costituzione, il diritto di espressione non potesse più essere messo in discussione. Credevo, come molti, tutto questo. Ma evidentemente sbagliavo.

Il disegno di legge Scalfarotto, che da domani riprende in Senato il proprio iter, minaccia infatti seriamente la libertà di pensiero. Come?

Semplice: stabilendo che chiunque manifesti idee che «istigano alla discriminazione» nei confronti di persone omosessuali e transessuali venga punito con la reclusione fino a un anno e mezzo, che salgono a quattro se si partecipa ad associazioni che promuovono queste idee, e addirittura sei per chi fondasse o dirigesse dette associazioni.

Ora, è giusto che chi discrimina paghi. Il punto è che con questa proposta si mira a punire non tanto e non solo chi concretamente pone in essere una violenza (cosa che oggi è già ampiamente prevista), bensì chi la istiga e – quel che è peggio – sulla base di istanze riconducibili all’omofobia, termine che furbescamente la proposta di legge introduce ma non definisce, demandando di volta in volta al magistrato di turno, cui spetterebbe il solo compito di interpretare ed applicare la legge, il dovere di farlo.

Morale: coloro che sostengono che matrimonio e famiglia debbano essere e rimanere intesi come fondati dall’unione fra uomo e donna, potrebbero essere perseguiti alla stregua di coloro che «istigano alla discriminazione».

Ma vi pare possibile, e soprattutto, vi sembra giusto?

Vi sembra giusto che chi pensa che la famiglia cosiddetta tradizionale debba essere abolita perché brutta e cattiva sia tutelato dal momento che esprime un pensiero e chi invece ritiene che la famiglia debba rimanere com’è, fra uomo e donna, possa essere spedito in galera per il solo fatto di manifestare quell’idea?

Chi sostiene che la contrarietà alle nozze gay – contrarietà peraltro condivisa da parecchi omosessuali in tutto il mondo, ma guai a dirlo altrimenti la favoletta dell’oscurantismo bigotto e liberticida crollerebbe miseramente davanti alla realtà – debba essere sanzionata col carcere, in realtà non vuole più diritti per qualcuno: vuole solamente proteggersi vigliaccamente dalle proprie paure. Perché se sei davvero convinto di un’idea, non hai certo bisogno d’imbavagliare il prossimo introducendo un odioso reato d’opinione: la difendi e basta; la porti avanti con la voce, finché ne hai, e col cuore.

Se invece per promuovere un determinato valore o un principio avverti il bisogno di conferire speciale protezione giuridica a quel valore o a quel principio con tanto di possibilità di sanzione per chi dissente, significa che hai paura. Significa che da solo non sei in grado di argomentare, di ragionare con efficacia e, forse, non sai neppure bene cosa vuoi.

Personalmente appartengo a coloro che faticano non poco a convincersi che la famiglia naturale sia in realtà solo una imposizione culturale cattolica e oltretutto un po’ vecchia, superata; che quella che per molti è natura, in realtà, sia solo cultura.

Tuttavia difendo – e difenderei, se fosse minacciato – il diritto di espressione di coloro che così la pensano. E non capisco perché il diritto mio e di tanti altri di esprimersi in favore della famiglia tradizionale (l’espressione è pleonastica, ma efficace) non debba essere egualmente garantito.
Le discriminazioni a danno delle persone omosessuali e transessuali sono già perseguite dal nostro ordinamento – chi ritenesse il contrario elenchi i casi di cittadini gay vittime di violenza i cui autori sono stati scagionati da un tribunale italiano, se ci riesce – e non si vede perché introdurre il reato di omofobia, fra l’altro senza neppure definirlo.

Per questo, per difendere non tanto la famiglia bensì il mio diritto di poterla pensare e descrivere così come mi è stata tramandata dalle generazioni precedenti senza per questo passare per istigatore di chissà quali violenze, venerdì prossimo, alle ore 18:00, manifesterò in Piazza Duomo a Trento con le Sentinelle in Piedi. Sarò silente come loro, in piedi come loro e come loro determinato a far parlare il silenzio di un’intera piazza contro una proposta di legge che vorrebbe imporlo per sempre. Come si fa nelle dittature, dove c’è fanatismo e paura, tanta paura del rumore, del boato che può fare la libertà.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →