Dopo il divorzio breve, tanto vale abolire il matrimonio concordatario

31 maggio 2014 20:42 101 comments

Di Simone Pillon

Il Foglio

31 maggio 2014

Al Direttore.

Davanti alla decisione della Camera di approvare con un’imprvvisa accelerazione il Ddl sul divorzio breve, riducendo a sei mesi i tempi per il divorzio concordatario, la chiesa cattolica ha un’unica possibilità per dare un forte segnale: denunciare il Concordato del 1929 come modificato nel 1985, rinunciando al matrimonio concordatario.

Con l’avvento del divorzio breve, infatti, se il Senato lo approvera come è stato approvato ieri dalla Camera dei deputati, nella compiacenza quasi totale, il matrimonio concordatario non ha più ragion d’essere. Tanto vale tornare alla celebrazione del doppio matrimonio per chi si sposa in chiesa, casì da meglio poter rappresentare che la chiesa cattolica intende il matrimonio come indissolubile.

Diversamente le coppie continuerebbero a considerare un unicum i due matrimoni che, ora più che mai, hanno fatto emergere la loro natura assolutamente differente. Per sempre, il matrimonio cristiano. A tempo tempo determinalo il matrimonio civile.

Che senso ha ingannare le persone continuando a offrire due “prodotti” tanto diversi in un’unica confezione? Ci sono gli estremi per la truffa in commercio.

Sei mesi non servono neppure a a fissare la data dell’udienza di separazione nella gran parte del tribunali d’Italia e poiché il dies a quo del computo decorre dal deposito del ricorso per la separazione, in molti casi il divorzio e la separazione saranno contemporanei.

Di fatto si è abrogata la separazione, tempo che avrebbe dovuto esser riempito di contenuti per consentire ai coniugi un ripensamento e una riconciliazione e che oggi invece si vuole semplicemente eliminare.

I dati della Spagna sono eloquenti. Nel 2000 aveva un quoziente di divorzi tra i più bassi d’Europa (0,9 per 1000 abitanti) insieme con l’Italia e l’Irlanda (0,7). Nel 2011, dopo l’introduzione della legge sul divorzio express voluta da Zapatero. il tasso di divorzio si è impennato in modo violento, raggiungendo i più alti d’Europa (2,2 per 1.000 abitanti) insieme con Belgio, Germania e altri. L’Italia e riuscita fino ad oggi a mantenere tassi di divorzio molto bassi (0,9 nel 2011).

Ma il divorzio è un bene o un male? Perché se è un bene, allora avanti tutta. Ma se è un male, perché permettiamo che passino legislazioni chiaramente in grado di incrementare senza controllo il numero dei divorzi?

Un segnale forte, prima che la discussione passi al Senato, potrebbe dunque essere quello di minacciare l’uscita dal Concordato. La chiesa cattolica potrebbe così ottenere un ripensamento da parte del Parlamento oppure, in caso di approvazione della legge, mettere quantomeno in salvo l’istituto giuridico del matrimonio cristiano evidenziandone la sua natura differente da quella del matrimonio civile.

Paesi avanzatissimi tra cui Svezia e Stati Uniti, dopo aver negli anni scorsi agevolato la ogni modo la strada del divorzio, stanno ora affrontando le conseguenze sociali della dissoluzione della famiglia, e hanno dovuto fare precipitosamente marcia indietro prevedendo nelle loro legislazioni il “covenant marriage” cioè il matrimonio indissolubile civile preceduto da una adeguata formazione dei nubendi. Esattamente ciò che la chiesa fa da duemila anni.

Farse siamo in tempo per saltare i passaggi e giungere direttamente alle conclusioni proponendo alle coppie che lo vogliono un matrimonio davvero indissolubile e i lasciando – a chi non ci erede – la possibilità di fare ciò che gli pare. Forse così – tra fecondazione eterologa e legge sull’omofobia, tra matrimonio gay e proposte di legge sull’eutanasia, potremo tentare di salvare il tessuto sociale italiano dall’ennesimo strappo.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →