Così sta rinascendo la Russia cristiana

18 giugno 2014 05:45 1 comment

Di Luca Marcolivio

13 Giugno 2014

zenit.org

Aborti drasticamente diminuiti e migliaia di chiese ricostruite: l’ambasciatore Alexej Komov racconta il suo paese a venticinque anni dal crollo del comunismo.

La Russia del XXI secolo forse non sarà un paradiso in terra ma è indubbiamente un esempio di come il processo di secolarizzazione sia tutt’altro che irreversibile.
Il drammatico contesto della crisi ucraino-crimeana, con la conseguente propaganda anti-russa di molti media occidentali, getta una luce ancor più significativa su questa inversione di tendenza in un paese che, oltre ad aver diffuso il comunismo nel mondo, è stato anche il primo a legalizzare l’aborto, sperimentando nel corso dei decenni, una delle più spaventose crisi demografiche della storia.

Con l’amministrazione Putin, la Russia ha iniziato a risalire la china, sia sul piano economico, che delle politiche familiari. Pur rimanendo alto il numero dei divorzi (fallisce un matrimonio su due), è drasticamente diminuito quello degli aborti: dai 4 milioni di vent’anni fa agli 800mila di oggi.

La Russia è anche un simbolo di rinascita cristiana: non solo la gente torna a credere in Dio e ad andare in chiesa, ma il governo sta finanziando la ricostruzione di numerosi edifici sacri, demoliti durante la dittatura sovietica.

Questa realtà, non molto conosciuta nell’Europa occidentale, è stata illustrata durante le ultime settimane da Alexej Komov, noto esponente pro-life russo, che accompagnato dal direttore di Notizie Pro Vita, Antonio Brandi, ha svolto un tour di conferenze per l’Italia, conclusosi ieri con l’intervento a Pellegrini nel cyberspazio, il meeting dei giornali cattolici, in corso a Grottammare (AP).

Aleksej Komov, 42 anni e 5 figli, lavora per la Fondazione “San Basilio il Grande”, una delle più importanti in Russia. Inoltre rappresenta la Commissione per la Famiglia della Chiesa Ortodossa ed è ambasciatore del Congresso Mondiale per le Famiglie presso l’ONU; quest’ultima è la più ampia piattaforma per le associazioni mondiali per la famiglia, presente in 80 paesi del mondo.
“Il 10, 11 e 12 settembre prossimi terremo il Forum del Congresso Mondiale della Famiglia a Mosca, prima al Cremlino, poi nella Cattedrale di Cristo Salvatore: invito i lettori di ZENIT a parteciparvi!”, ha sottolineato Komov, aprendo la sua intervista rilasciata a ZENIT.

Ambasciatore Komov, sembra davvero che la Russia si stia avviando a diventare il paese leader nella battaglia per la difesa della vita e della famiglia…

È vero, la Russia è probabilmente l’unico grande paese che negli ultimi dieci anni ha difeso i valori della famiglia e i valori tradizionali nello scenario internazionale. Nel nostro paese sono recentemente passate numerose ottime leggi: ad esempio, dall’anno scorso è vietata la propaganda dell’aborto, così come è stata vietata la propaganda dei comportamenti omosessuali tra i bambini e tra i minori di 18 anni. Quest’ultima normativa ha suscitato ampie critiche, specie tra le potenti lobby LGBT internazionali. È una legge su cui pesano molto la disinformazione e le menzogne: si pensi che, in Russia ci sono molti locali gay, la propaganda tra i maggiorenni è lecita e nessuno perseguita gli omosessuali. Si tratta solo di tutelare i bambini e questo è un principio fondamentale. Per quanto riguarda le politiche familiari, in Russia per ogni secondo figlio, il governo elargisce 10mila euro alla famiglia, mentre alla nascita del terzo figlio, i genitori hanno diritto alla terra.

Lei è reduce da un tour di conferenze per l’Italia. Ritiene che nel nostro paese ci sia una buona sensibilità verso i temi della vita?

Grazie al contributo di Toni Brandi e di Pro Vita Onlus, è stato possibile organizzare un tour in dieci città italiane che si è appena concluso. In questi giorni ho incontrato numerosi rappresentanti del movimento pro-life italiano in Italia, che mi sembra una realtà molto solida: la gente vuole difendere i propri valori e il cristianesimo. Tuttavia, come in altri paesi del mondo, negli ultimi anni c’è un attacco a tali valori. Una minoranza del 2-3% di attivisti LGBT si avvale di mass media assai influenti, pretendendo di imporre uno stile di vita non salutare ad una popolazione che, al 90% è contraria.

In Russia, invece, c’è questa stretta sui valori tradizionali. Siamo un paese che per 70 anni ha patito la dittatura comunista: sappiamo, quindi, cosa significhi vivere in un paese senza Dio. Vogliamo quindi condividere la nostra esperienza di difesa di questi valori, con i nostri fratelli e sorelle in Italia e in altri paesi.

Come si sta manifestando la rinascita spirituale e cristiana in Russia?

La Russia è cristiana da oltre un millennio e il cristianesimo è penetrato molto profondamente nell’anima e nel cuore del paese: un patrimonio che non si è dissolto nei 70 anni di comunismo e di persecuzione anti-cristiana, durante i quali abbiamo avuto migliaia di martiri che ora pregano per noi e che ci stanno aiutando a risollevare la Russia. Negli ultimi vent’anni abbiamo ricostruito più di 30mila chiese e circa 800 monasteri: un fatto veramente sorprendente.

Papa Francesco sta cercando di rafforzare il più possibile il dialogo con le chiese ortodosse, avviato di suoi immediati predecessori. Qual è la sua visione di questo riavvicinamento ecumenico? Una riconciliazione è possibile?

I cattolici e gli ortodossi devono indubbiamente essere più vicini tra loro, collaborando nella difesa della vita dal concepimento alla morte naturale, nella difesa della comune civiltà cristiana che oggi è sotto attacco. L’Europa deve respirare “a due polmoni”, essendo il cattolicesimo e l’ortodossia i due polmoni dell’Europa. Mi auguro, dunque, ci sarà sempre più dialogo e cooperazione, tuttavia sarà Dio a stabilire quando le due chiese saranno di nuovo unite: speriamo succederà presto, certo non dipenderà da noi umani, essendosi sedimentatesi in mille anni, molte differenze. Sarà comunque la volontà di Dio a trovare un modo per sancire questa riconciliazione.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →