Il “rogo” della santità

1 novembre 2014 17:55 2 comments

Di Ylenia Fiorenza

1 novembre 2014

Il Quotidiano del Molise

“Accendete il rogo! Conducetela al rogo! È un’eretica recidiva, ostinata, incorreggibile e del tutto indegna della carità che le abbiamo dimostrato. Chiedo la sua scomunica!”. Come non ricordare queste esclamazioni terrificanti pronunciate, tra sputi e ingiurie, dal giudice ecclesiastico Jean d’Estivet, canonico di Beauveais, l’accusatore di Giovanna d’Arco, nel dramma del saggista irlandese George Bernard Shaw. L’opera rievoca il lungo processo “politico” che la Pulzella subì da parte della Santa Inquisizione, con l’intenzione di riportala ad ogni costo all’ovile.

La storia di Giovanna d’Arco trasuda ancora oggi di fermezza e di richiamo a quelle scelte radicali che sembrano essere svanite nel tempo. Non più abbracciate. Non più nutrite cioè con quella testardaggine. È come se il tracciato della santità sbiadisse repentino, ogni volta che il pericolo si avvicina e fa ombra sulle scelte, le promesse e sui voti religiosi. Eppure, come resta eloquente l’esempio di questa donna giovane, piena di coraggio e virtuosa, che la Chiesa ha riconosciuto mirabile e degna dell’altare però solo nel 1920, dopo circa cinque secoli.

Fu, infatti, Benedetto XV a proclamarla finalmente “santa”, attestando l’innocenza di Giovanna d’arco, bruciata sul rogo il 30 maggio dell’anno 1431, nella pubblica piazza del Vieux-Marchè di Rouen. “Escludermi dalla luce del cielo, dalla vista dei prati e dei fiori; farmi respirare le tenebre sporche ed umide della prigionia perpetua; allontanarmi da tutte le meraviglie che conducono all’amore di Dio; negarmi le cento volte benedette campane della chiesa che mandano le voci dei miei angeli fino a me, sulle ali del vento. Senza queste cose io non posso vivere. Accendete il rogo! Temo più di vivere come una talpa in una buca che morire bruciata! Attraverserò il fuoco, giungerò così al cuore di Dio da libera!”. La Pulzella non rinnegò mai quanto le ardeva in petto. Visse e morì da “vocata”, da chiamata, da inviata da Dio.

Cos’è la santità? È sentire lo spazio del mondo angusto. È sospirare fino all’ossessione la visione dell’infinito. È l’onore di soffrire per una giusta causa. È salire sulla Croce da immolati d’amore per la giustizia, la verità, la pace. È l’indossare, come Giovanna d’Arco, un’armatura maschile pur di proteggere da ogni violenza la propria verginità, la propria purezza. È strappare l’abiura, allargando le ali della propria fedeltà contro gli artigli mortali della paura. È accettare le torture dell’odio, il martirio più atroce, pur di non tradire la promessa e la volontà di Dio.

Esiste ancora la santità? Finché ci sarà la battaglia misteriosa delle forze contrarie. Finché ci sarà da amare oltre le proprie forze umane. Finché si preferirà il paradiso all’inferno. Finché di fronte alle offese, alle accuse, agli oltraggi non ci sarà vendetta, ma perdono e mitezza. Verso tutte queste vite dichiarate sante pesano tutti i peccati di violazione e di ostilità scagliati contro l’altro. Leggerle, conoscerle, guardarle queste sono vite portate a compimento. All’estremo compimento. Non rimaste tiepide. Un po’ del mondo o un po’ del cielo. Ma tutte, interamente, protese alla conquista di quel posto di beatitudine. L’ultimo. E tutte puntuali all’appuntamento dato loro dall’eternità.

Vite infrante, lacerate come veli di candore mattutino. Ma spese fino all’ultimo sospiro. Non donate invano. Concluse, invece, col silenzio di una lacrima mischiata a sangue. Vite di cui la terra racconta i volti e il non ripetersi. Perché sono uniche. E soprattutto vite sante divenute accesso a quel desiderio della spiga, che ben conosce il buio prima di affacciarsi al sole e lì conservarsi per il buon raccolto. Tutto “a causa del Regno di Dio”.

Miracoli di pascoli spirituali, trasfusi da visioni, da strappi al cuore e presagì, come il finale predetto da Giovanna d’Arco davanti ai suoi carnefici e che poi realmente accaduto: “Non è lontano quel dì che vede gli Inglesi cacciati dalla città di Parigi, dalla Normandia, dall’Aquitania e da tutta la Francia”. La santità non può restare soltanto memoria. È offerta, incessante slancio, per arrivare al “faccia a faccia” con Dio.

L’intercessione dei santi, oggi, può essere il rimedio a turpi costumi, sfogati sempre dal di dentro e che contaminano l’uomo, come l’indifferenza, lo spreco, la menzogna.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →