Benedetto XVI, l’eremita bianco. Quando il silenzio diventa un mandato

1 marzo 2015 20:34 2 comments

Di Ylenia Fiorenza – Presidente Centro Culturale Internazionale “Joseph Ratzinger”

28 febbraio 2015

Nella giornata di oggi di due anni fa, il 28 febbraio 2013, il mondo salutava Benedetto XVI mentre lasciava per sempre il Palazzo apostolico per trasferirsi a Castelgandolfo. Alle 20 di giovedì 28 febbraio 2013 si concludeva così il suo pontificato,eletto al soglio di Pietro il 19 aprile 2005. Da quel momento iniziava la sede vacante.
Ecco come lo ricorda in questa giornata di preghiera dedicata a Benedetto XVI il CENTRO CULTURALE INTERNAZIONALE “JOSEPH RATZINGER”.

Amare e annunciare nella vita di Benedetto XVI coincidono. Sono permanenti, inscindibili.

La preghiera ne è la piena attuazione, il completamento. E’ in questo senso che la voce di Dio “ci fa uscire dalla condizione di servi” (cfr Es 20,2) per farci incontrare il vero volto dell’Io Sono.
“Pregare – consegna nella sua seconda Enciclica Papa Ratzinger – non significa uscire dalla storia e ritirarsi nell’angolo privato della propria felicità”. E annotava con fervore che “il giusto modo di pregare è un processo di purificazione interiore che ci fa capaci per Dio e, proprio così, anche capaci per gli uomini”. Perché è “nella preghiera che l’uomo deve imparare che cosa egli possa veramente chiedere a Dio e che cosa sia degno di Dio” (cfr Spe salvi, 33).

Il “come” nella vita ha sempre bisogno di trovare nuove modalità per sussistere.

Il “perché”, invece, abita sommesso, parallelamente come invito e risposta, per quanti lo sapranno accogliere e sviluppare lungo il corso della propria vita.

Il silenzio diventa veramente preghiera quando il cuore umano “impara che non può pregare contro l’altro, che non può chiedere le cose superficiali e comode che desidera al momento, la piccola speranza sbagliata che lo conduce lontano da Dio”.

Pregare è fare silenzio sulle cose che possono insuperbire l’animo, che lo possono rendere deserto, più amaro nelle sue ferite o nei suoi meriti. Ecco perché nella sua esortazione Benedetto XVI consiglia di “purificare i suoi desideri e le sue speranze, liberandosi dalle menzogne segrete con cui inganna se stesso” (Spe salvi 33).

Benedetto XVI, il Papa Emerito, è per tutti, ormai da due anni, da quando ha scelto di rinunciare al ministero petrino, l’Eremita Bianco. Colui che ha fornito con l’esempio personale una grandiosa spiegazione al Silenzio, come autentica “via assimilationis Christi”, vivificata dalla fede.

Le parole, a volte, vengono meno, quando la nostra comprensione trabocca di stupore e raggiunge gli adeguati approfondimenti perché partecipa che veramente “è per mezzo del Verbo che sono state fatte tutte le cose” (cfr Gv 1,10) e senza la Sua Luce niente è stato fatto di ciò che esiste” (cfr Gv 1,3).

A Cristo, che è Figlio di Dio e Figlio dell’uomo, Principio e Fine che ha la vita in Se stesso, Benedetto XVI non ha anteposto nulla. Neanche il suo dovere.

È la Persona di Cristo, la Sua Parola “il centro stabile” della sua vita. Da esso non distoglie il cuore, né mai la mente. E il Cristo di cui ci parla Ratzinger, “non è un fondatore di società, ma è l’origine della Chiesa che è la comunità che si affaccia sull’eterno”.

Tutte le opere di Benedetto XVI dimorano in questa certezza. Dio esiste solo per una ragione: per essere Amore, per dare Amore, per rivelarsi come Amore in un mondo che si è abituato a camminare nelle tenebre, ossia “nel male che non proviene dall’essere che è creato da Dio, ma esiste solo in virtù della negazione”.

Quante volte Benedetto XVI ha ammonito che il male è l’oscurità che spegne la vita, che diffonde la morte, che istituisce la desertificazione spirituale.

Il male è, infatti, il “no” a Dio che diventa il “no” all’uomo.

Al buio dell’odio, dell’indifferenza, della cecità va contrapposta la speranza nel Verbo che è la presenza salvifica di Dio, di Colui che è l’identità del Suo amore, che venne ad abitare in mezzo al mondo, senza che il mondo lo accogliesse.

Per Benedetto XVI è il Risorto la Luce che rende possibile la vita.

È nell’omelia della sua ultima veglia pasquale dell’anno 2012 come Pontefice che egli pronunciò al mondo queste parole: “La Luce rende possibile l’incontro. Rende possibile la comunicazione.

Rende possibile la conoscenza, l’accesso alla realtà, alla verità. E rendendo possibile la conoscenza, rende possibile la libertà e il progresso”.

La luce conosce solo una via: la Fede.

Il silenzio, nella testimonianza di Benedetto XVI, rimane “l’attimo di Dio nella nostra vita, in cui ci apriamo a Lui e in cui impariamo a ritrovare noi stessi”. E’ il luogo dove la speranza diventa “speranza per gli altri” (cfr Spe salvi 48).

Il Signore ci degna di donarci le forze del cuore e dell’intelligenza per comprendere che possiamo diventare grandi in Lui, se la nostra piccolezza perviene alla Verità. E’ l’umana piccolezza che trova nell’opera compiuta dal Figlio un’ampia attestazione di significati e di sollecitazioni per sondare, sulle tracce di Benedetto XVI, l’essenza vocazionale della vita sulla terra, in mezzo ai fratelli.

Il silenzio, come dimostra l’Eremita Bianco, permette che Dio visiti la nostra vita, che si rivolga personalmente a noi. Lì, dove avviene questo ritirarsi in Dio, si comprende che “non è mai troppo tardi per toccare il cuore dell’altro né è mai inutile” (cfr Spe salvi 48).

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →