La voce delle famiglie

18 aprile 2015 07:04 2 comments

Continua il confronto sulla manifestazione delle Sentinelle in piedi svoltasi a Campobasso sabato 11 aprile. Riceviamo e pubblichiamo il contributo di Graziella Venditti in seguito all’articolo pubblicato dal Quotidiano del Molise a firma “P.G.”.

18 aprile 2015

Gentile redattore la ringrazio per aver dato spazio sulle sue pagine alla manifestazione delle sentinelle in piedi tenutasi nella nostra città sabato u.s.

Ho apprezzato molto l’articolo veritiero ed equilibrato a firma P.G. uscito nei giorni seguenti così come ho letto con attenzione la nota inviata dall’UDS. Ritengo che il dibattito che si sta finalmente aprendo su temi così delicati che toccano in profondità la vita delle persone, non possa rimanere rilegato nella cerchia di pochi addetti ai lavori, che ci sia un colpevole occultamento di ciò che si va dibattendo in commissione giustizia nel nostro Paese.

Credo che per la gran parte dei cittadini siano passati alquanto sottobanco il disegno di legge n. 1680, per iniziativa della Senatrice PD Valeria Fedeli, per l’introduzione dell’educazione di genere e della prospettiva di genere nelle scuole e nelle università: “Integrare l’offerta formativa dei curricoli scolastici, di ogni ordine e grado, con l’insegnamento a carattere interdisciplinare dell’ educazione di genere come materia, e agendo anche con l’aggiornamento dei libri di testo e dei materiali didattici, vuol dire intervenire direttamente sulle conoscenze utili e innovative per una moderna e civile crescita educativa, culturale e sentimentale di ragazze e ragazzi, per consentire loro di vivere dei princìpi di eguaglianza, pari opportunità e piena cittadinanza nella realtà contemporanea”; così pure il testo unificato delle proposte di legge nn. 245, 280 e 1071 è già stato approvato alla Camera il 19 settembre 2013, con 228 voti favorevoli, 108 contrari e 57 astenuti.

Questa proposta viene fatta per portare aggiunte alla legge n. 205 del 1993 “Mancino”, la quale contrasta la violenza discriminatoria motivata da odio etnico, nazionale, razziale o religioso; in particolare la proposta Scalfarotto la vuole estendere ad altri reati, come appunto l’omofobia e la transfobia, che però non hanno definizione all’interno del testo. Insomma, non solo si vuol fare una legge “inutile” perché giuridicamente esistono già leggi che tutelano l’individuo, primo di tutte l’articolo 3 della Costituzione Italiana – che recita “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” – ma si sta tentando per la prima volta di introdurre un reato senza averne definito il presupposto. Che vuol dire?

Che il reato verrà deciso dal giudice in modo alquanto soggettivo durante il processo. Se il cittadino deve però, per legge, essere a conoscenza delle conseguenze del reato che commette prima e non durante il processo, troviamo nell’attuazione della legge la tipicità dei regimi totalitari.

In Gran Bretagna l’autorità giudiziaria ha deciso che: rientra nel caso di omofobia ogni atto percepito come tale dalla vittima o da un terzo soggetto. «Questa – precisa Amato – è una vera aberrazione giuridica, perché non si punisce l’atto, ma l’intenzione, il pensiero! È ciò che aveva ben profetizzato George Orwell nel suo libro 1984 in cui parla di “psico-reato”. Siamo arrivati al punto che lo Stato impone i propri ideali e pretende di controllare le coscienze».

In effetti già siamo sulla buona strada se pensiamo a quanto accaduto con la trilogia degli opuscoli dell’UNAR (l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali): testi che sono rivolti uno per le scuole elementari, uno per la scuola media inferiore, uno per la scuola media superiore, che col pretesto di combattere presunte discriminazioni, indottrinano bambini e adolescenti all’ideologia del gender; per ultimo in ordine di tempo il ddl Cirinnà disegno di legge s. 14-17 ° legislatura adottato dalla commissione Giustizia del Senato, che è un testo che mira ad equiparare le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio, consentendo quindi a due uomini o due donne di accedere a meccanismi di filiazione vari: per esempio attraverso l’istituto della cosiddetta “stepchild adoption”, che di facto legittimerà il ricorso anche all’utero in affitto, pratica abominevole che porta alla produzione di bambini ad uso e consumo di adulti benestanti in grado di alimentare lo sfruttamento di donne spesso povere, per produrre bambini come prodotti privati del diritto di conoscere le loro madri.

Forse è giunto il tempo di dar voce anche alle famiglie cosiddette “tradizionali” che ancora (!) rappresentano la maggioranza nel nostro paese. Sarei grata alla sua redazione se volesse pubblicare questo mio scritto per dare il via ad un dibattito serio e pacato anche nella nostra città “di provincia” che mi creda ha ancora tante belle persone da esprimere.

La saluto cordialmente.

Graziella Venditti

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →