«Offrire la propria vita per la salvezza della città»

18 maggio 2015 13:30 1 comment

Dal lavoro ai temi etici sull’esempio umano e civile di Mons. Secondo Bologna

Di Francesco Pilone, Capo Gruppo di “Democrazia Popolare”.

Indirizzo di saluto a S.E. Mons. GianCarlo Maria Bregantini in occasione della visita al Consiglio Comunale di Campobasso avvenuta il 15 Maggio 2015.


«Eccellenza Reverendissima, Parroci di Campobasso, Signor Presidente del Consiglio, Signor Sindaco, Assessori, Colleghi Consiglieri, Dirigenti e Dipendenti di questo Amministrazione comunale, è con piena gioia che oggi questo consesso è visitato dal Pastore della Chiesa locale ed è con grande emozione che mi rivolgo a voi tutti per esprimere la mia esultanza per questo importantissimo avvenimento.

Quest’aula consiliare è il luogo dove gli uomini e le donne di Campobasso, democraticamente eletti, sono chiamati ad amministrare la loro amata città, attraverso decisioni importanti, talune volte difficili, altre volte faticose e sofferte. Questo è il luogo dove ci si incontra per trovare soluzioni, provvedimenti utili alla collettività, migliori intendimenti per il bene comune! Ma è anche il luogo dello scontro e troppo spesso dell’ira che, come peccato capitale, è da scongiurare con tutte le nostre forze. Ne chiedo venia!

Stiamo vivendo il mese mariano, periodo dedicato a Maria, Madre Santa della Chiesa e non a caso assume una particolare rilevanza la Sua visita proprio alla metà di questo mese di Maggio che nel suo primo giorno, ricordando la figura dell’umile artigiano di Nazaret, di nome Yosef: San Giuseppe, invita l’intera comunità cittadina e di fedeli a celebrare la festa del lavoro.

Il lavoro è il grande tema non solo d’attualità ma è l’incipit della nostra Costituzione; il lavoro è il grande tema dei nostri giorni, a motivo della sua drammatica mancanza. Il lavoro è anche il tema della campagna elettorale di ogni candidato al Consiglio comunale… seppure l’Amministrazione Comunale non abbia compiti e poteri particolari a riguardo. Il nostro compito, invece, è quello di amministrare bene questa città. Di fornire ai cittadini dei servizi corrispondenti alle tasse richieste. Di rendere questa città più degna di essere vissuta, accogliente, bella. Fare in modo che coloro che la abitano si sentano felici ed orgogliosi di starci.

Ma questo dipende molto dal tenore dei rapporti che intercorrono tra i cittadini. Ed a questo riguardo vorrei ricordare una splendida figura, seppur non nata a Campobasso ma che qui è morta; non era un amministratore ma un Pastore: Mons. Secondo Bologna il cui ruolo e la cui figura Lei ha giustamente voluto riportare all’attenzione ed alla memoria di noi tutti. «Offrire la propria vita per la vita, per la salvezza della città». Basterebbe solo questo per ricordare a ciascuno di noi il motivo per cui siamo qui dentro.

Ma questo è un compito che spetta a ciascun abitante di Campobasso non soltanto a noi. Noi dovremmo esserne esempio e sprone. È questo esempio e sprone che conduce alle tematiche della legalità e della giustizia. Temi sui quali in Italia si sono combattute e si combatte tutt’ora un’aspra battaglia culturale.

Ricorrerà tra non molto l’anniversario della visita di Papa Francesco a Campobasso. Oltre che allo storico ed oserei dire irripetibile momento che questa venuta del Vicario di Cristo ha lasciato in tutti noi grazie alla Sua, Eccellenza, insistenza ed opera persuasiva nei confronti del Santo Padre, ci resta un bellissimo lascito di questa visita: la “Casa degli Angeli Papa Francesco” cui l’Amministrazione comunale ha voluto contribuire fattivamente.

In questa aula, con eco anche nell’opinione pubblica cittadina, sono state sollevate tante polemiche in merito alla necessità di definire meglio questa situazione, e vista la circostanza odierna della Sua presenza voglio doverosamente precisare e chiarire alcuni aspetti. Nella piena consapevolezza del grande servizio fornito dalla Caritas alla quale è stato assegnato il nobile compito della gestione della Casa, sia il sottoscritto che altri colleghi avevamo chiesto semplicemente di definire meglio la questione sia dal punto della legittimità della scelta che dal punto della definizione dell’accordo tra il Comune e la Curia di Campobasso. Insieme alla legittimità dell’indirizzo dato, quindi, era importante sostenere il concetto della legalità della questione intesa come prioritaria definizione burocratica della Convenzione che andava stesa quanto prima nel rispetto e nella premura di tutelare tutti, sia ospiti che operatori tra cui oltre 350 volontari di Campobasso ai quali va il nostro grazie ed il nostro pensiero riconoscente.

E sono convinto, Eccellenza, che nel Suo ministero di Pastore ha ben compreso questa nostra intenzione volta alla migliore soluzione della vicenda che abbiamo tutti potuto apprezzare con la firma definitiva della Convenzione. Magari lo saremmo stati ancora di più, permettetemi questa battuta, se fosse stato l’intero Consiglio Comunale, e non solo la Giunta, a suggellare l’accordo e quindi ad approvare il documento.

Vorrei ancora soffermarmi, Eccellenza, sui temi che riguardano i nostri giovani, i disoccupati, le famiglie, i commercianti. Il tema della chiusura domenicale delle attività commerciali mi trova concorde perché la domenica è da dedicare alla famiglia, ai figli, alla riflessione, al silenzio, allo studio, alla meditazione. Quanto prima, in un clima di unità di intenti, è doveroso, visto che da più parti il problema è fortemente sentito, affrontare la questione con cognizione di causa e sensibilità, magari attraverso un atto di indirizzo, una deliberazione, nei limiti delle nostre competenze, ma volta a dare un segnale che sia in grado di andare in questa direzione che vede nel giorno della domenica, il giorno della celebrazione della festa, della famiglia, del riposo. Noi siamo pronti… ma la corsa alle primogeniture non ci appartiene! Se il Presidente del Consiglio vorrà, dopo questa magnifica giornata, magari in una delle prossime Conferenze dei capigruppo, il tema potrà essere portato all’attenzione dei colleghi per essere discusso ed affrontato, sia nel metodo che nel merito.

Eccellenza Reverendissima, seppur in meno di un anno di attività amministrativa di questo nuovo consesso, quest’aula è stata chiamata a confrontarsi su importanti questioni etiche. Nel novembre scorso, proprio qui è stata approvata, con il voto contrario di chi le parla e di altri colleghi appartenenti alle varie componenti partitiche di questo Consiglio Comunale, la Mozione a sostegno della “Dichiarazione Anticipata di Trattamento”. Il cosiddetto “Testamento Biologico”.

Mi risulta che il Comune non abbia grande competenza a riguardo nella materia, ma la discussione portata avanti è stata importante perché ha permesso un confronto serio e a tratti forte su tematiche delicate, profonde, difficili, ma che ci devono interrogare quotidianamente sia come cittadini che come amministratori. Il confronto è stato utile essenzialmente perché ci ha inchiodato ad un tema: cos’è l’uomo? La questione antropologica di cui accennavo prima.

Sarebbe utile, Eccellenza, una sua parola a riguardo.

Lunedì prossimo, dopo un’intera giornata di dibattito trascorsa l’altro ieri, tornerà all’attenzione di questa Assise la discussione di una Mozione di cui sono primo firmatario in merito alla difesa della famiglia Naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna. La necessità di tutelare la famiglia come cittadino prima, come amministratore poi ed infine come cattolico credente con tutti i suoi limiti e peccati, è dovuta soprattutto al fatto che purtroppo oggi in tutta la Nazione, con il pretesto di combattere “inutili” stereotipi, si stanno moltiplicando i casi di aperta propaganda contro la famiglia naturale, sia nel consesso istituzionale attraverso proposte e disegni di legge in discussione in Parlamento, sia nel mondo scolastico attraverso una sottile diffusione di una teoria che sta prendendo in sordina sempre più piede…la cosiddetta teoria Gender!!! Papa Francesco, non più di 15 giorni fa, in un’udienza Generale definiva l’ideologia Gender “espressione di una frustrazione e di una rassegnazione, che mira a cancellare la differenza sessuale perché non sa più confrontarsi con essa. Sì – ha aggiunto il Papa – rischiamo di fare un passo indietro. La rimozione della differenza, infatti, è il problema, non la soluzione”. Nonostante qualcuno continui a sostenere che queste cose siano fandonie, anche da me espresse ieri l’altro, in Parlamento c’è un disegno di Legge cosiddetto “Fedeli” (dal nome della Senatrice che l’ha presentato) volto ad introdurre obbligatoriamente nelle scuole questo modello educativo.

Mi auguro sinceramente Eccellenza che lunedì questa Assise possa recuperare il coraggio, ripeto il coraggio, della testimonianza delle proprie idee senza timori e ripensamenti ma con pieno senso di responsabilità.

Ecco, anche su questo vorremmo una sua parola!

La sua presenza qui ci ricorda come la fede religiosa e quindi anche la fede cattolica, aiuta ad essere bravi ed onesti cittadini. “Contrariamente ad altre grandi religioni, il cristianesimo non ha mai imposto allo Stato e alla società un diritto rivelato, mai un ordinamento giuridico derivante da una rivelazione. Ha invece rimandato alla natura e alla ragione quali vere fonti del diritto”. (Discorso del Santo Padre Benedetto XVI al Reichstag di Berlino, 22 settembre 2011)

Per questo motivo la Fede Cattolica mai potrà essere “Fondamentalista”.

Sull’esempio umano e civile – proprio perché ispirato dalla Fede – di Mons. Secondo Bologna possa risuonare in quest’aula oggi il desiderio nobile e sereno di esser disposti ad offrire la vita per la propria gente, per la propria città.

Viva Campobasso!

Grazie».

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →