L’uomo di oggi ha coscienza della sua missione sulla terra?

19 giugno 2015 07:50 1 comment

Di Ylenia Fiorenza

18 giugno 2015

Il Quotidiano del Molise

L’uomo spadroneggia sulla gratuità divina, perché egli è in balia della sua auto-esaltazione.

“Il Creatore non si pente di averci creato!”. È la proposizione più alta pronunciata da Papa Francesco nella sua nuova Enciclica, dal titolo “Laudato si’. Sulla cura della casa comune”, che esce proprio stamattina. È tutta un inno alla creazione e alla creatura, invitata a ricordarsi del suo Creatore, per sanare il dramma del degrado ambientale.

Composta di sei capitoli e di 246 paragrafi, la seconda lettera enciclica di Papa Bergoglio è una riflessione densa, rispondente ai bisogni del nostro tempo, specie dove la natura rivela le ferite causate da una sorta di schizofrenia contaminante, d’inquinamento mentale, che deriva da poteri di consumo che il Papa segnala nel testo come le vere cause dello squilibrio dell’ecosistema, delle aggressioni ambientali, del deterioramento della qualità della vita e della degradazione sociale.

Al n. 49 esplicito, infatti, è il riconoscimento che “un vero approccio ecologico diventa sempre un approccio sociale, che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull’ambiente, per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri”. È proprio dentro questo gemito umano che esplode la denuncia contro il grande e perverso “debito ecologico, soprattutto tra il Nord e il Sud del mondo, connesso a squilibri commerciali” (n. 51-52).

Le radici profonde dell’emergenza ambientale, secondo il capo della Chiesa Cattolica, manifestano inoltre che “L’alleanza tra economia e tecnologia finisce per lasciare fuori tutto ciò che non fa parte dei loro interessi immediati (n. 54)”. La velocità con cui la mentalità e le abitudini dannose di consumo attuano questo piano di “devastazione” della terra portano anche all’ingovernabilità dei rifiuti, allo sterminio dei riferimenti etici, in nome dell’onnipotenza dell’uomo sul cosmo.

La dottrina cristiana della creazione non si stanca di porre all’attenzione della missione educativa il grande interrogativo: “L’uomo di oggi ha coscienza della sua missione sulla terra?”. Il Papa colpisce nel centro e ammonisce: “I poteri economici continuano a giustificare l’attuale sistema mondiale, in cui prevalgono una speculazione e una ricerca della rendita finanziaria che tendono ad ignorare ogni contesto e gli effetti sulla dignità umana e sull’ambiente. Così si manifesta che il degrado ambientale e il degrado umano ed etico sono intimamente connessi (n. 56)”.

La terra non può essere più sfruttata. Il “Laudato si’” di Bergoglio al n. 79 parla di un urgente “ritorno alla natura” che “non può essere – però – a scapito della libertà e della responsabilità dell’essere umano, che è parte del mondo con il compito di coltivare le proprie capacità per proteggerlo e svilupparne le potenzialità”. Questa presa di posizione diviene più mirata nel passaggio successivo: “Se riconosciamo il valore e la fragilità della natura, e allo stesso tempo le capacità che il Creatore ci ha dato, questo ci permette oggi di porre fine al mito moderno del progresso materiale illimitato”. L’uomo spadroneggia sulla gratuità divina, perché egli è in balia della sua auto-esaltazione.

Ciò che tende a sottolineare Papa Francesco è il fatto che “Il mondo è qualcosa di più che un problema da risolvere, è un mistero gaudioso che contempliamo nella letizia e nella lode (n. 12)”. Mai dimenticare il valore intrinseco alla creazione. La questione della custodia per “sora nostra matre Terra” oggi ribadisce, infatti, per ampi orizzonti comuni, l’importanza di tornare alla responsabilità verso l’ambiente universale, attuando l’ecologia umana cui faceva riferimento a suo tempo il Papa emerito, Benedetto XVI, nel suo magistero.

Il racconto genesiaco, parafrasato da Bergoglio, alla luce dell’attualità, dove il dispotismo sembra risucchiare il mondo nelle tenebre del fallimento tecnocratico, trova il suo slancio teologico-esistenziale quando indica che: “Il modo migliore per collocare l’essere umano al suo posto e mettere fine alla sua pretesa di essere un dominatore assoluto della terra, è ritornare a proporre la figura di un Padre creatore e unico padrone del mondo, perché altrimenti l’essere umano tenderà sempre a voler imporre alla realtà le proprie leggi e i propri interessi!. (n. 75).

Partendo dalla verità che “Noi non siamo Dio” e soprattutto credendo con consapevolezza che “La terra ci precede e ci è stata data” (n. 67), ecologia, interiorità e bene comune sono le tre finestre sullo sviluppo integrale e sostenibile. La spiritualità ecologica trova allora il suo fondamento in quella che il Papa circoscrive come “la ragione fondamentale di tutto il creato” (n. 77). Si tratta dell’amore di Dio.

A quanti deturpano la terra, la sua bellezza, il suo esistere, creando in essa forme mostruose di pseudo-futuro, di pseudo-sopravvivenza, di propagande ingannevoli e mortifere, il Papa rivolge questa domanda: “La natura è piena di parole d’amore, ma come potremo ascoltarle in mezzo al rumore costante, alla distrazione permanente e ansiosa, o al culto dell’apparire?” (n. 225).

Ma chi è allora il vero nemico della terra, dell’uomo e di Chi l’ha creati? Da dove nasce questo antropocentrismo dispotico che fa del proprio territorio, la propria discarica?

Il Papa risponde a questo al n. 123: “La cultura del relativismo è la stessa patologia che spinge una persona ad approfittare di un’altra e a trattarla come un mero oggetto… che porta a sfruttare sessualmente i bambini, o ad abbandonare gli anziani che non servono ai propri interessi… che avalla le forze invisibili del mercato affinché regolino l’economia… che giustifica l’acquisto di organi dei poveri allo scopo di venderli o di utilizzarli per la sperimentazione… che produce tanti rifiuti solo per il desiderio disordinato di consumare più di quello di cui realmente si ha bisogno…”.

Il futuro della creazione dipende dal cuore della creatura. La vera forza della creatura è sempre nel fare memoria del Suo Creatore perché “L’apertura ad un ‘tu’ in grado di conoscere, amare e dialogare continua ad essere la grande nobiltà della persona umana” (n. 119).

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →