La porta della misericordia

8 dicembre 2015 21:11 5 comments

Share this Article

Author:

redazione

Tags:

Di Lucia

7 dicembre 2015

unapennaspuntata.wordpress.com

Correva la voce, tra il popolino.

Lo si diceva piano piano, lo si sussurrava di bocca in bocca, con quello stupore attonito di chi contempla le meraviglie del creatore onnipotente, e con quella sana invidia di chi darebbe tutto per essere, a sua volta, oggetto di tale grazia. Si mormorava che in Roma, nella basilica di San Pietro, si celasse, gelosamente nascosta chissà dove, una minuscola porticina d’oro – bassa bassa, stretta stretta.
Il potere di questa porta era enorme e spaventoso: chiunque l’avesse attraversata sarebbe stato immediatamente mondato da tutti i suoi peccati, foss’anche stato il peggiore tra i criminali. Proprio per questa ragione, i Papi avevano deciso di murare questo varco e di avvolgere la sua ubicazione sotto un velo di mistero: troppo grande, il potere di questa porticina miracolosa; troppo drammatici gli abusi che avrebbero potuto conseguirne, se la cristianità avesse dovuto scoprire di avere tra le mani uno strumento di salvezza così infallibile e potente.

O, almeno, così diceva il popolino… ma non si dice anche che, in tutte le leggende, c’è sempre un fondo di verità?
Nell’imminenza del giubileo del 1500, papa Alessandro VI decise che nessuno è mai finito all’Inferno per aver peccato di troppa fiducia; indi, partendo dall’assunto che “non si può mai sapere”, sguinzagliò in giro per la basilica di San Pietro una banda di cercatori di piccole porticine magiche.

E se il popolino avesse avuto ragione? E se questa porta prodigiosa fosse stata realmente lì, nascosta da qualche parte nella basilica, murata da un predecessore per ragioni di ordine pubblico?
Prevedibilmente, la porticina non si trovò.

Purtuttavia, Alessandro VI (che di difetti ne aveva tanti, ma non si può dire che fosse scemo) intuì che una roba di questo tipo – uno strumento di tale potenza – sarebbe indubbiamente stato un qualcosa di grande impatto emotivo (…e di grande richiamo…) per tutta la cristianità.

E quindi… se la “vera” porta magica era inesistente o irreperibile, perché non crearne una… ex novo?

Mentre ormai era già partito il conto alla rovescia per l’inaugurazione dell’Anno Santo, papa Alessandro individuò, sulla facciata della basilica, una porta relativamente piccola e poco usata. In meno di una settimana (!), la porta fu ampliata ed abbellita con ricchi decori… e poi, murata.

Era, a tutti gli effetti, la nascita della Porta Santa – cioè di quella porta unica e speciale che sarebbe stata aperta solennemente all’inizio di ogni anno giubilare, per poi essere richiusa (e nuovamente murata, fino a nuovo ordine) nell’ultimo giorno dell’anno santo. Sarebbe stato il papa in persona ad abbattere, a colpi di martello, il muro che celava la Porta Santa alla vista dei fedeli – e dopo questo gesto simbolico, i fedeli avrebbero attraversato proprio quella porta lì, per entrare nella basilica e lucrare la loro indulgenza.

La Porta Santa era, insomma, una specie di “via maestra” per il Paradiso: punto di contatto tra il cielo e la terra, prometteva misericordia e perdono a tutti gli uomini di buona volontà.

La prima apertura della Porta Santa, nella notte di Natale del 1499, fu seguita con un sussulto di sorpresa da tutta la cristianità, che attendeva l’ora X davanti alla basilica. “Aperite mihi portas iustitiae”, recitò il papa a voce ferma secondo il cerimoniale; e poi, con un comune martello da falegname, prese a picconare il muro che nascondeva la Porta Santa (…e che, per la verità, era già stato mezzo demolito prima della cerimonia: non è il papa abbia dovuto sudarsi troppo questo momento).

Il muro crollò e la porta si aprì: il papa si fece largo attraverso i calcinacci, entrando in ginocchio nella basilica di San Pietro.

Lo seguivano cardinali, prelati, e poi comuni fedeli – quest’ultimi, intenti ad accaparrarsi mattoni e schegge di calcestruzzo di questo nuovo, miracoloso simbolo che si affacciava per la prima volta nella Storia della Cattolicità.

Era il giubileo del 1500, e la Porta Santa – segno di perdono, carità e misericordia – si spalancava per la prima volta, nella basilica di San Pietro.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →