“Pronti per il Sinodo”

12 gennaio 2016 08:21 7 comments

Di Ylenia Fiorenza

11 gennaio 2016

Il Quotidiano del Molise

L’Arcivescovo Bregantini e il diario dei suoi quattro anni di visita pastorale.

“Camminare con voi, nelle vostre parrocchie, in questi anni di visita pastorale, facendomi più vicino alle vostre fatiche e alle vostre speranze, mi ha fatto conoscere il cuore generoso di questa amata arcidiocesi di Campobasso-Bojano”. Nel pomeriggio di ieri, alla presenza di tutte e settanta le parrocchie, nell’esultanza del grazie, ha descritto così mons. GianCarlo Bregantini i quattro anni del suo viaggio apostolico dentro le realtà più inedite del popolo che guida da otto anni.

Le sei foranie sono partite verso la Cattedrale tutte allo scoccare delle ore 17,00, partendo da sei punti diversi della città di Campobasso. Il corteo ha creato un effetto scenico senza precedenti, mobilitando l’attenzione di tutto il capoluogo, in questa domenica dedicata al Battesimo di Gesù. Come sei raggi, le foranie hanno creato sei traiettorie, con un movimento centripeto, diramate dall’esterno dei sei luoghi scelti, radunandosi poi unitariamente verso un unico centro. Sono partiti dalla chiesa del Sacro Cuore i partecipanti della forania di Campobasso. Dalla chiesa del Santo Rosario quelli di Bojano. Dalla chiesa Santa Maria della Croce la forania di Castelpetroso. Da sant’Antonio Abate invece quella di Matrice. Dalla sala Celestino V di via Mazzini la forania di Riccia e per finire dalla chiesetta del Divino Zelo la forania di Sepino.

Nella prima parte della celebrazione di questo evento è stato riservato un momento di cronache da parte dei sei vicari foranei che hanno descritto nei particolari gli straordinari 300 giorni vissuti “cuore a cuore” nelle varie comunità dell’arcidiocesi, creando e completando una sorta di mosaico di tutte le esperienze. Quello vissuto e compiuto dal metropolita è stato, infatti, un ciclo di passione e vicinanza tra la sua gente che gli ha permesso non solo di apprendere meglio il tessuto umano del suo gregge, ma soprattutto di individuarne “le perle e le rughe”, ovvero tutte quelle situazioni già ben avviate e anche quelle che ancora richiedono incoraggiamento o cambiamenti.

“Per me – ha confidato pubblicamente il pastore – non siete più solo un nome o un volto, ma siete ciascuno una storia”. L’analisi che ha compiuto come pastore mons. Bregantini, nella sua relazione conclusiva, è risultata ricca di particolari originali e suggestivi. L’arcivescovo ha scelto di ripercorrere con capillarità, lungo il fiume della memoria, i contenuti e i contesti percorsi nelle scuole, tra i giovani, nelle piazze, nelle attività commerciali, nelle case, con i movimenti e le associazioni, ai bar, ai campi sportivi, alle feste popolari, con le amministrazioni comunali, le realtà militari, nelle più svariate situazioni di disagio, specie in quelle ore di confessione di prima mattina o dentro i cimiteri dove ha sostato su tutte le tombe dei fedeli defunti e in quei luoghi dove, talvolta, ci sono persone non raggiunte ancora dall’annuncio evangelico.

Il presule, davanti ad una folla riconoscente di fedeli, ha così raccontato, per circa un’ora, i suoi ricordi, i luoghi dove ha bussato con benevolenza, i volti incontrati, gli ambienti benedetti ed episodi di particolare simpatia, inediti, dentro momenti di preghiera accanto agli ammalati, alle aziende in difficoltà, alle famiglie senza lavoro, ricavando sempre stimoli, provocazioni per il futuro e puntuali esortazioni senza esitare a “denunciare le vesti divorate dalle tarme”, ossia le condizioni di disagio e di crisi sociale e politica che impediscono spesso una vita qualificata dall’occupazione, una mensa con sopra il pane quotidiano per tutti, quello della dignità e della giustizia. Tratteggiando questo vangelo della fiducia con spirito di profezia, mons. Bregantini ha affermato che la sua speranza più grande è “di essere riuscito a suscitare, col suo esempio missionario, conversioni e risposte e di aver indicato fermamente condizioni di pace e di riscatto in quelle famiglie disgregate da tensioni e incomprensioni”.

La chiesa locale ha segnato così una tappa importante, storica del suo cammino spirituale. La visita pastorale è stata un coinvolgimento che ha permesso di stabilire una relazione familiare tra parrocchia e vescovo e di conquistare una visione più radicale di tutti i processi fondamentali per interpretare e cogliere le sfide dell’oggi. Un vero banco di prova, caratterizzato da gesti di vicinanza e di riferimento, che hanno indirizzato ogni avvenimento verso un eroismo di costanza e di ascolto per la realtà molisana, per il suo territorio e il suo necessario slancio di crescita e di identità ora più consapevole. E anche per il suo stesso pastore, l’arcivescovo Bregantini, che ha camminato in questi anni di luce sulle strade di queste comunità, con lo stile di Barnaba. Il grande predicatore, mediatore dotato di efficacia espressiva, di virtù eccezionali, di capacità missionaria, dovute tutte al suo cuore libero, e per questo stimato maestro in mitezza e servizio, pieno di Spirito Santo, un eletto testimone della fede in Cristo che si rallegrava davanti al fiorire di conversioni in mezzo ai pagani, e con Paolo vide il sorgere della chiesa in Antiochia.

Toccando con mano la ricchezza dell’unità della sua chiesa, Bregantini ha perciò deciso, per quest’anno della Misericordia, di orientare i passi futuri alla formazione pastorale, elaborando le intuizioni e le proposte emerse dalle visite pastorali parrocchiali, in vista della realizzazione di un altro attraversamento ancora più importante: il Sinodo diocesano. “Siamo pronti, come chiesa locale, di aderire, con ferma volontà e desiderio comune, a questo grande sogno che il Signore ci sta ispirando in questo tempo: sperimentare la bellezza della ‘sinodalità’ cui ci sta sollecitando anche Papa Francesco”. È il caso di dire che un popolo che cresce nella forza dell’insieme, nel cuore pulsante della fraternità, consolidandosi nella Parola che destina a tutti i popoli della terra la legge dell’amore, con le braccia aperte dell’accoglienza reciproca, deve essere considerato patrimonio dell’umanità.

::

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →