I migliori anni della nostra vita. Giovani sposi in cammino… non da soli.

1 settembre 2016 05:26 6 comments

Share this Article

Author:

redazione

Tags:

Di Mons. Emidio Cipollone

Prati di Tivo 19 – 21 agosto 2016. 19° – Convegno Regionale CEAM

Conclusioni

È il terzo anno di un progetto triennale:

1. “Maschio e femmina : il più grande spettacolo dopo il bing bang” (per gli adolescenti e i giovani sull’educazione alla sessualità, all’affettività e all’amore)

2. “Ti sposerò perché….” (sulla preparazione al matrimonio e l’accompagnamento alla vita nel matrimonio)

3. “I migliori anni della nostra vita” (sull’accompagnamento delle giovani coppie)

Questo progetto triennale “rispondeva” ad una precisa richiesta degli Orientamenti Pastorali della CEI.

Nel frattempo ci sono stati un Sinodo straordinario, uno ordinario e la pubblicazione dell’esortazione apostolica “AmorisLaetitia” di Papa Francesco.

Ovviamente questo cammino di Chiesa non può essere disatteso.

A questo, infatti, si sono riferiti sia il Cardinale Menichelli che Don Paolo Gentili nelle loro relazioni.

C’è un progetto di Dio sul matrimonio e sulla famiglia che Gesù ripropone e che è “immodificabile”.

Occorre perciò tornare ad essere discepoli più “evangelici” del Maestro, ascoltandolo, seguendolo, facendo quello che fa Lui, portando con Lui anche la croce, espressione più grande del suo amore.

In questo modo avremo uno “sguardo nuovo” sulle persone, sulle situazioni, sulle fragilità, saremo più attenti nel formare le coscienze (Amoris Laetitia AL37)e nel rispettare lo “spirito” delle norme, senza fermarci alla “lettera” delle norme stesse.

Papa Francesco – AmorisLaetitia

“37. Per molto tempo abbiamo creduto che solamente insistendo su questioni dottrinali, bioetiche e morali, senza motivare l’apertura alla grazia, avessimo già sostenuto a sufficienza le famiglie, consolidato il vincolo degli sposi e riempito di significato la loro vita insieme. Abbiamo difficoltà a presentare il matrimonio più come un cammino dinamico di crescita e realizzazione che come un peso da sopportare per tutta la vita. Stentiamo anche a dare spazio alla coscienza dei fedeli, che tante volte rispondono quanto meglio possibile al Vangelo in mezzo ai loro limiti e possono portare avanti il loro personale discernimento davanti a situazioni in cui si rompono tutti gli schemi. Siamo chiamati a formare le coscienze, non a pretendere di sostituirle”.

- Così ci “inginocchieremo davanti allo Spirito Santo” e, come la Chiesa delle origini, potremo dire “lo Spirito Santo e noi abbiamo deciso…”

- Lo Spirito ci aiuterà a comprendere i cambiamenti dei tempi, a “rileggere”i “segni dei tempi” senza trascurare i “semina verbi” (AG 11) (ndr“germi del Verbo”AdGentesA.G. 11,15) e a modificare l’impostazione della nostra pastorale evitando il rischio di ripetere il famoso slogan “si è fatto sempre così”!

Concilio Vaticano II – Decreto AD GENTES sull’attività missionaria della Chiesa

“Art. 1–La testimonianza cristiana-Testimonianza di vita e dialogo

11. È necessario che la Chiesa sia presente in questi raggruppamenti umani attraverso i suoi figli, che vivono in mezzo ad essi o ad essi sono inviati. Tutti i cristiani infatti, dovunque vivano, sono tenuti a manifestare con l’esempio della loro vita e con la testimonianza della loro parola l’uomo nuovo, di cui sono stati rivestiti nel battesimo, e la forza dello Spirito Santo, da cui sono stati rinvigoriti nella cresima; sicché gli altri, vedendone le buone opere, glorifichino Dio Padre (cfr. Mt 5,16) e comprendano più pienamente il significato genuino della vita umana e l’universale legame di solidarietà degli uomini tra loro.

Ma perché essi possano dare utilmente questa testimonianza, debbono stringere rapporti di stima e di amore con questi uomini, riconoscersi come membra di quel gruppo umano in mezzo a cui vivono, e prender parte, attraverso il complesso delle relazioni e degli affari dell’umana esistenza, alla vita culturale e sociale. Così debbono conoscere bene le tradizioni nazionali e religiose degli altri, lieti di scoprire e pronti a rispettare quei germi del Verbo che vi si trovano nascosti; debbono seguire attentamente la trasformazione profonda che si verifica in mezzo ai popoli, e sforzarsi perché gli uomini di oggi, troppo presi da interessi scientifici e tecnologici, non perdano il contatto con le realtà divine, ma anzi si aprano ed intensamente anelino a quella verità e carità rivelata da Dio. Come Cristo stesso penetrò nel cuore degli uomini per portarli attraverso un contatto veramente umano alla luce divina, così i suoi discepoli, animati intimamente dallo Spirito di Cristo, debbono conoscere gli uomini in mezzo ai quali vivono ed improntare le relazioni con essi ad un dialogo sincero e comprensivo, affinché questi apprendano quali ricchezze Dio nella sua munificenza ha dato ai popoli; ed insieme devono tentare di illuminare queste ricchezze alla luce del Vangelo, di liberarle e di ricondurle sotto l’autorità di Dio salvatore”.

- Il “nuovo” rispetto al matrimonio e alla famigliaci chiede TRE CONSAPEVOLEZZE

1. Alleanza Ministeriale tra Sacerdoti e Sposi, tra Sacramento dell’Ordine e Saramento del Matrimonio (cfr CCC 1534 – Catechismo della Chiesa Cattolica 1534 ) riscoprendo che anche il matrimonio è una vocazione e che anche gli sposi sono dei chiamati

LA CELEBRAZIONE DEL MISTERO CRISTIANO

SEZIONE SECONDA – «I SETTE SACRAMENTI DELLA CHIESA»

CAPITOLO TERZO -I SACRAMENTI AL SERVIZIO DELLA COMUNIONE

1534 Due altri sacramenti, l’Ordine e il Matrimonio, sono ordinati alla salvezza altrui. Se contribuiscono anche alla salvezza personale, questo avviene attraverso il servizio degli altri. Essi conferiscono una missione particolare nella Chiesa e servono all’edificazione del popolo di Dio.

2. Recuperare la soggettività della famiglia e l’importanza della comunità

3. Riscoprire la “casa” da cui ci siamo troppo allontanati, riprendere, per così dire, una “pastorale della casa”, così come faceva lo stesso Gesù, prendendoci cura, in modo particolare, delle coppie giovani, così come ci si prende cura dei giovani sacerdoti

- Alla luce di tutto questo il Cardinale ha concluso il suo intervento indicandoci QUATTRO ITINERARI di SPERANZA

1. Ri-evangelizzare il Sacramento del matrimonio

2. Educare ad una celebrazione “cristiana” del matrimonio

3. Accompagnamento delle giovani coppie

4. Coinvolgere di più e meglio le famiglie nella formazione seminaristica dei futuri presbiteri

- Ieri mattina (sabato 20 agosto 2016) don Paolo Gentili, facendo tesoro anche della sua esperienza concreta nelle varie diocesi italiane e non solo, ci ha ribadito la necessità e l’urgenza di un annuncio nuovo e lieto sul matrimonio e sulla famiglia.

- Naturalmente l’annuncio è il servizio al vangelo del matrimonio e della famiglia non può essere fatto partendo da una perfezione che non esiste, ma partendo dalle nostre ferite guarite dal Signore tramite la comunità

- Nella cornice di un’accoglienza misericordiosa e veritiera, TRE sono i VERBI che don Paolo, seguendo le indicazioni di Papa Francesco, ci ha proposto, non solo per le situazioni particolari, ma per l’intera pastorale familiare: Accompagnare, Discernere, Integrare.

- Così la “festa” può avere inizio e non mancherà mai il vino buono

- Nelle “anfore” non potranno mancare questi “CONTENUTI”

Lasciare il padre e la madre

Educare alla sessualità nell’orizzonte del dono

Riscoprire la famiglia come “prima scuola” dei valori umani e “palestra” dell’umano per imparare il buon uso della libertà

- Perché i “contenuti” non restino delle formulazioni astratte o delle semplici affermazioni di principio, però, è indispensabile un “METODO”

1. Possibilità di proseguire il cammino iniziato nei percorsi di preparazione al matrimonio

2. Creazione di gruppi con gli sposi che vivono i primi anni del matrimonio

3. L’accompagnamento da famiglia a famiglia, specialmente in qualche situazione particolare

- Sempre riguardo il “metodo”, come è emerso chiaramente sia dai laboratori che dalle testimonianze, riconsiderare gli orari, la durata, il giorno, la presenza contemporanea di sacerdoti e coppie tutor, la disponibilità all’accoglienza, la dimensione conviviale ma, soprattutto, la centralità della Parola

- Proprio in chiusura, vogliamo ricordare, ancora una volta, che non esistono soluzioni facili e immediate, che non ci sono “ricette” già pronte e valide per tutti, ma che ogni cosa è affidata alla nostra preghiera, alla nostra formazione, alla nostra “fantasia pastorale”.

Grazie a tutti.

 

Leave a Reply


Other News

  • Cultura Primo Piano Società Quella porta aperta sulla tentazione

    Quella porta aperta sulla tentazione

    Di Giancarlo Maria Bregantini 5 marzo 2017 L’Adige È necessario, a volte, nella vita lasciare aperta al dubbio almeno una sola finestrella, senza barricarci definitivamente in certezze incondizionate e troppo sicure. Ritengo, infatti, che non è sempre salutare il sottrarci a tutti i dubbi. Un dubbio ci risana e ci permette di chiederci, con umiltà, “Ma è giusto quello che sto facendo?”. Io spero che in tutti ci siano quei dubbi che ci mantengano svegli, mai assopiti in quel che [...]

    Read more →
  • Attualità Primo Piano Rassegna Web Agire in presenza della coscienza

    Agire in presenza della coscienza

    Di Giancarlo Maria Bregantini 19 febbraio 2017 ladige.it Ogni giorno è una sfida. Siamo fatti per non risparmiarci al faccia a faccia con il mondo, con le sue complessità, con quella realtà che sempre più s’infittisce. Anche quando all’orizzonte spuntano notizie incresciose, come l’ultima lanciata dal Parlamento Europeo di rinforzare ciecamente il fondo internazionale per quelle organizzazioni che hanno come progetto quello di rendere più facile l’accesso all’aborto legale. Addirittura, dopo la ferma decisione del presidente Trump di negare fondi [...]

    Read more →
  • Cultura Primo Piano Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Joseph Ratzinger: l’Eremita Bianco.

    Di Vittoria Todisco 1 febbraio 2017 Il Quotidiano del Molise Benedetto XVI, il Papa emerito, nel pomeriggio della Giornata della Memoria, il 27 gennaio scorso, in Vaticano, ha accolto la dott.ssa Ylenia Fiorenza, presidente del Centro Culturale Internazionale ‘Joseph Ratzinger’ di Campobasso. Un avvenimento speciale che merita di essere condiviso attraverso l’emozione e il racconto della giovane filosofa, fondatrice del Centro a lui dedicato, che ha potuto vivere un momento unico accanto a Joseph Ratzinger, il grande teologo conciliare, prefetto [...]

    Read more →
  • Attualità Rassegna Web Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos

    Di Lorenzo Bertocchi La Verità, 23 dicembre 2016 vanthuanobservatory.org CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Cultura Rassegna Web Matrimonio e libertà

    Matrimonio e libertà

    Di Carlo Caffarra Avila (Spagna), 8 novembre 2016 costanzamiriano.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    L’immigrazione è una politica per distruggere l’Europa Cristiana

    Di Ettore Gotti Tedeschi 11 gennaio 2017 rivistaetnie.com CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente [...]

    Read more →
  • Osservatorio ecclesiale Rassegna Web “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”. Intervista al cardinale Caffarra

    Di Matteo Matzuzzi 14 Gennaio 2017 ilfoglio.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →
  • Rassegna Web Società Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Suicidi da divorzio: le storie tabù degli adolescenti

    Di Benedetta Frigerio 15 gennaio 2017 lanuovabq.it CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO   I diritti degli scritti presenti in questo sito sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori e/o editori. Tutti i loghi e marchi presenti in questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Tutto il materiale presente su civitas.it è pubblicato a scopo non lucrativo informativo e/o documentale in totale buona fede d’uso. Chiunque avesse eccezioni o vantasse diritti di copyright e volesse farli valere è pregato vivamente di [...]

    Read more →